digitale green
digitale green (shutterstock.com)

Il web show è on line da lunedì 12 aprile alle 17 su dearete.org

Dal Teatro Punto Zero Beccaria dell’istituto penale minorile Beccaria di Milano, un progetto di Nuvolaverde 

Fabrica Floridi è un web show condotto dal filosofo Luciano Floridi e una pagina social di dearete.org, piattaforma della comunicazione responsabile. Realizzata in collaborazione con il corso di Laurea Magistrale in Giornalismo, con il Master in Comunicazione Digitale dell’Università di Parma e con studenti e laureati delle redazioni tematiche in dieci città del magazine tv&web Siamo Jedi edito con BFC Forbes.

Con il talk show e attraverso la pagina su Facebook, le lezioni e gli interventi del grande filosofo esplorano il cambiamento disegnato dal digitale per la sostenibilità.

Insieme a dearete.org e gli Jedi di Nuvolaverde di 10 città d’Italia, protagonisti del programma Siamo Jedi edito con il canale televisivo BFC Forbes.

La prima puntata – in rete dal 12 aprile su dearete.org – ospita Corrado Passera (fondatore e Ceo di Illimity) e affronta il tema Imparare ad Imparare: orientamento, formazione, competenze.

Vuol dire studiare, imparare, riflettere ed esercitarsi, acquisire esperienze, per avere le idee più chiare su sé stessi e sul mondo – spiega il filosofo Luciano Floridi – su come stanno le cose e come potrebbero o dovrebbero stare, per anticipare i problemi e vedere le soluzioni, per saper cogliere opportunità e rischiare ragionevolmente nelle scelte, e quindi progettare meglio il futuro. La fortuna aiuta chiunque, ma privilegia i preparati. Per questo bisogna anche impegnarsi e relazionarsi, e investire individualmente e come società nell’orientamento, formazione, nel sapere, e nelle competenze”.

Oltre alle domande dei giovani, anche gli interventi di Enrico Giovannini, Vanessa Zema, Letizia Airos.

Enrico Giovannini, Ministro infrastrutture e mobilità sostenibili ha sottolineato la rilevanza del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), il programma di investimenti che l’Italia deve presentare alla Commissione europea nell’ambito del Next Generation EU, che è anche lo strumento per rispondere alla crisi pandemica provocata dal Covid-19, ma soprattutto per stimolare le imprese giovanili;

La giovane scienziata Vanessa Zema, del Gran Sasso Science Institute e Max Planck Institute for Physics di Amburgo, ha ribadito la necessità che le strutture accademiche italiane si mettano in discussione per evolvere verso nuovi modelli di orientamento;

Letizia Airos da New York, direttrice I – Italy, il più grande network multimediale americano dedicato all’Italia, ha sottolineato la necessità di “utilizzare” il soft power (capacità di attrazione) di cui il nostro Paese è ampiamente dotato e riconosciuto in tutto il mondo.

Fuori campo, a scandire tempi e modi della narrazione, il direttore di dearete.org e presidente di Nuvolaverde Enzo Argante. In redazione gli studenti del corso di Laura Magistrale in Giornalismo e del Master in Comunicazione Digitale dell’Università di Parma (Lisa BencivengaFlavia CellerinoLudovica Sarais e Roberta CorsoMicol Maccario) e gli Jedi di Nuvolaverde. La regia è di Giuseppe Scutellà (Teatro PuntoZero Beccaria) con i ragazzi del carcere minorile Beccaria di Milano.

Guarda la puntata