(shutterstock.com)

Vinni, il cartone di pizza riciclabile al 100% scende in campo come soluzione green

E’ la nuova invenzione di Armando Rizzo: Vinni, il cartone di pizza riciclabile al 100%.

Il cartone

Il cartone sporco della pizza deve essere buttato nell’immondizia indifferenziata e non nella carta da riciclare. Ma la musica da oggi cambia grazie a Vinni. L’invenzione ha una sola ma importante differenza rispetto a tutti gli altri cartoni per pizza: al suo interno c’è un controvassoio in plastica con i lati rialzati in modo che l’olio o il condimento non possano toccare il cartone. Una volta terminato il pasto basta dividere la parte in plastica (che potrà a sua volta essere messa nella differenziata) da quella di carta. Inoltre il materiale riciclabile usato per il vassoio è il PET che permette di far traspirare meglio gli alimenti mantenendo intatta la fragranza della pizza. Per tutti quelli che non sopportano di mangiare la pizza nel cartone, il vassoio può essere utilizzato anche come piatto ed è già dotato di linee per il taglio delle fette.

Vinni non è ancora in produzione ma è stata lanciata su Facebook una campagna per trovare possibili acquirenti. E se si considera che in media, all’anno, in Italia si consumano 547 milioni di pizze e in USA 3 miliardi, questa trovata potrebbe dare un suo forte contributo.

Le parole dell’inventore

«Mi occupo di pubblicità e stavo pensando a un cartoncino promozionale che fungesse da supporto per mangiare la pizza […] solo in un secondo momento ho realizzato che quel sottopiatto tondo proteggeva il cartone dall’unto: tolta quindi la stampa pubblicitaria, sarebbe potuto diventare la soluzione al problema degli imballaggi per le pizzerie d’asporto e allo spreco di carta ad esso collegato» dichiara Rizzo.