Tappo di plastica
Fonte: J.smith / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)

Arun Kumar: l’artista indiano sostenitore del binomio arte e sostenibilità.

Arun Kumar è un forte sostenitore dell’ambiente. Le sue opere raccontano il rapporto travagliato tra natura e uomo. 

Durante il festival “Sculpture by the sea” che si svolge ad Arhus, in Danimarca,  ha sensibilizzato il pubblico sul tema della sostenibilità ambientale attraverso l’opera “Droppings and the dam”.

Si tratta di una scultura che ha realizzato servendosi esclusivamente di plastica riciclata. Più di 70.000 tappi di plastica, raccolti in tutto il mondo, per andar contro ad uno stile usa e getta non più sostenibile.

La sua strategia è combattere la cultura consumistica che sta travolgendo la nostra società.

Nell’opera “Droppings and the dam”, gli elementi di scarto sono stati accuratamente impilati e stratificati grazie a fili d’acciaio, in modo da legarli e mantenerli in una configurazione verticale, trasformando il materiale in disuso in un coinvolgente padiglione a ferro di cavallo.

L’installazione dai colori vivaci e la forma ondulata vuole essere un simbolo di cambiamento, con la consapevolezza che la tutela della natura dipende dai nostri comportamenti.

Per la visione dell’opera e di altre opere di Arun Kumar clicca qui