Trulli ad Alberobello, Puglia (Shutterstock.com)

Monte Sant’Angelo, Alberobello, Castel del Monte e la Foresta Umbra fanno parte della Heritage list Unesco

Sono quattro i siti pugliesi che fanno parte della Heritage list Unesco, ossia Monte Sant’Angelo, Alberobello, Castel del Monte e della Foresta Umbra. L’incantevole borgo di Monte Sant’Angelo, considerato Patrimonio dell’Umanità dal 25 giugno del 2011, con il Santuario di San Michele Arcangelo è l’emblema della storia religiosa dei Longobardi in Italia. Secondo la tradizione, è stato edificato sulla grotta dove l’Arcangelo apparve a San Lorenzo Maiorano, vescovo di Siponto tra il 490 e il 493.

Il secondo sito pugliese della Heritage list Unesco è Alberobello, il “paese dei trulli”, che conta oltre 1000 trulli (abitazioni costruite secondo un’antichissima tecnica architettonica della tradizione contadina) disseminati sulle stradine scoscese dei rioni. Questo sito è patrimonio dell’Unesco dal 1996.

Un altro luogo Unesco della Puglia, anch’esso dal 1996, è Castel del Monte, che possiede un valore universale eccezionale per la perfezione delle sue forme, l’armonia e la fusione di elementi culturali venuti dal Nord Europa, dal mondo musulmano e dall’antichità classica. Si tratta di un capolavoro unico dell’architettura medievale, che riflette l’umanesimo del suo fondatore Federico II di Svevia, che lo commissionò nel 1240.

L’ultimo sito pugliese che fa parte della Heritage list Unesco è la Foresta Umbra, che si trova nel Parco nazionale del Gargano, che fa parte del sito seriale “Foreste primordiali dei faggi dei Carpazi e di altre regioni d’Europa”, in cui sono inclusi anche il Parco nazionale d’Abruzzo, Molise e Lazio, il Monte Cimino, il Parco del Pollino, il Parco di Bracciano-Martignano e il Parco delle Foreste Casentinesi.