www.shutterstock.com

Grattacieli, sostenibili o no? Con i giusti accorgimenti, rappresentano un’ottima ottimizzazione di spazio

Entro il 2030 5 miliardi di persone vivranno nelle aree urbane: quindi il 60% della popolazione risiederà in città: questo secondo gli ultimi dati delle Nazioni Unite. Come ospitare tutte queste persone? Servono strategie abitative, e i grattacieli rappresentano sicuramente la soluzione più efficiente da un punto di vista di gestione e ottimizzazione dello spazio.

Questi edifici sono verticali, quindi consumano meno suolo, il che è buono. Ma l’altezza non è chiaramente sufficiente per decretare il basso impatto ambientale di una struttura. Serve però un grande sforzo impiantistico per fare in modo che strutture simili possano conservare una buona efficienza energetica.

I grattacieli ben si prestano al rispetto di alcuni principi di edilizia sostenibile, di cui si dovrebbe sempre tenere conto. Il primo è quello del guadagno solare. Un edificio che si sviluppa in altezza è molto più esposto ai raggi solari, perché generalmente i livelli più bassi vengono occupati da esercizi commerciali o aree pubbliche e più si sale più si è esposti al sole, non soltanto per vicinanza ma anche soprattutto perché generalmente non ci sono altri edifici vicini a fare da scudo. Sfruttare questa caratteristica è fondamentale per la progettazione di strutture architettoniche sostenibili.

Per questo vengono utilizzate le facciate vetrate, che favoriscono un forte ingresso di illuminazione naturale, riducendo i consumi elettrici e quelli energetici legati agli impianti di riscaldamento. Ci sono anche due grossi punti negativi: uno, una forte illuminazione causa un surriscaldamento degli spazi interni, annullando i benefici di un risparmio sul riscaldamento nei periodi invernali. Due, il vetro causa un incremento delle dispersioni di calore rispetto a una facciata in muratura e può quindi non rappresentare un valido alleato per l’isolamento termico. Per tale difetto sono recentemente state create le facciate a doppia pelle, costituite da due pareti in vetro, separate da un’intercapedine

Altezza equivale non solo a più sole, ma anche a più vento. Occorre quindi costruire turbine eoliche o di sistemi alternativi che utilizzino il vento.