mano ammollo bacinella acqua
(Shutterstock.com)

Quali sono i consigli della nonna per combattere il giradito? Vediamo quali sono i rimedi naturali più efficaci.

Infiammazione che colpisce le parti più molli delle dita di mani e piedi, il giradito è un disturbo parecchio diffuso. Problematica che non comporta gravi conseguenze, in alcune parti d’Italia viene chiamata patereccio. Generalmente, l’infezione si forma vicino all’unghia ed è causata dagli stafilococchi o streptococchi presenti nella saliva, che si infiltrano nella cute tramite piccole lesioni provocate dal vizio di mordicchiarsi le unghie o le pellicine. In altri casi, il motivo scatenante è da rintracciare nell’unghia incarnita, in una manicure/pedicure sbagliata, in un forte trauma oppure dall’entrata di una scheggia.

Il giradito presenta sintomi facilmente riconoscibili: dolore, rossore intorno alla zona interessata, rigonfiamento (talvolta con pus), presenza di tagli o piccole vescicole e cambiamento dell’unghia. Fortunatamente ci sono diversi rimedi naturali utili a contrastare la problematica. Innanzitutto, è consigliato mettere in ammollo l’arto infiammato in acqua tiepida e un cucchiaio di sale grosso. Questa soluzione disinfettante va ripetuta più volte al giorno ed è efficace anche in presenza di rossore e della classica puntina bianca del pus.

mano giradito
(Shutterstock.com)

Giradito: consigli della nonna

Per combattere il giradito sono particolarmente efficaci gli impacchi di malva. L’infuso può essere utilizzato anche per mettere in ammollo l’arto interessato. In alternativa mescolate due gocce di tea tree oil con l’olio di mandorle, massaggiate l’unguento sul dito infiammato e fasciate con una garza di cotone sterile. Questo rimedio naturale è antibatterico, antimicotico e cicatrizzante. In alternativa, frullate insieme la cipolla e l’aglio fino ad ottenere un composto cremoso da applicare sul dito 2/3 volte al giorno.

Altrettanto efficace è un mix di farina di riso e di lino, da mescolare con acqua fino ad avere tra le man una consistenza cremosa. Lasciate agire 20 minuti e poi sciacquate. Non dimenticate, poi, arnica e calendula, antinfiammatori naturali che possono essere impiegati sia sotto forma di infuso – per impacchi e pediluvi – o di pomata. Infine, per un rimedio particolarmente strong fate bollire nel latte per circa 5 minuti alcune foglie secche di verbasco. Lasciate raffreddare e poi immergete il dito per 15 minuti. Ricordate che il giradito è contagioso, sia nei riguardi delle altre dita di mani o piedi che delle persone con cui si viene in contatto. Pertanto, evitate i contatti e usate biancheria personalizzata.