gaultheria pianta
(Shutterstock.com)

Quali sono le proprietà della gaultheria? Vediamo tutto quello che c’è da sapere sulla pianta, compresi gli usi e le controindicazioni.

Appartenente alla famiglia delle Ericaceae, la gaultheria, il cui nome scientifico è Gaultheria procumbens, è una pianta sempreverde, tipica del Nepal e del Nord America. Chiamata anche Tè del Canada o Wintergreen, presenta dei fiori bianchi o rosati, a forma di campanella, e bacche rosse che la rendono facilmente riconoscibile. Oltre all’olio essenziale che vanta proprietà terapeutiche molto importanti, anche parti dell’arbusto possono essere utilizzate per ottenere benefici. Le bacche e le foglie della gaultheria possono essere impiegate come ingrediente principale per preparare ottime tisane. Considerate che queste bevande erano largamente utilizzate dai nativi americani con scopi medicamentosi.

Questo rimedio naturale, dalle virtù antinfiammatorie, si può usare in presenza di problemi respiratori e infiammazioni, come mal di gola, tosse e raffreddore. Via libera anche in caso di dolori muscolari e reumatici, tensioni, rigidità degli arti, artrite, gotta, spasmi digestivi e nervosi, influenza, congestioni, gonfiori addominali e nausea. Ricordate, infine, che la gaultheria è indicata anche per migliorare la resistenza fisica e recuperare energie durante l’attività fisica, per aumentare la circolazione sanguigna e le funzioni metaboliche e per favorire la diuresi.

gaultheria pianta fiori bacche
(Shutterstock.com)

Gaultheria: usi e controindicazioni

Come già sottolineato, la gaultheria può essere utilizzata sotto forma di olio essenziale oppure estratto secco. In campo cosmetico, la trovate in commercio anche all’interno di prodotti per il benessere della pelle e dei capelli. Mentre l’oleolito deve essere sempre diluito con un olio vettore o assunto seguendo scrupolosamente i dosaggi indicati dall’erborista, la tisana è più sicura e ha meno controindicazioni. In ogni modo, la pianta è sconsigliata alle donne in gravidanza o allattamento e a quanti presentano allergia nei riguardi di uno o più componenti.