garcinia pianta frutti
(Shutterstock.com)

Quali sono le proprietà della garcinia? Scopriamole tutte, insieme agli usi e alle controindicazioni da tenere bene a mente.

La garcinia Cambogia, conosciuta anche come tamarindo malabar, è una pianta orientale che cresce spontaneamente in Vietnam, in Camogia e nelle Filippine. I suoi frutti, simili ad una piccola zucca, hanno una polpa paragonabile a quella degli agrumi. La scorza è ricca di vitamine, flavonoidi, polisaccaridi e acido idrossicitrico (HCA), motivo per cui è considerata un rimedio naturale efficace per perdere peso. In particolare, l’acido idrossicitrico è in grado di sciogliere il grasso in eccesso dell’organismo. Così facendo, aiuta il metabolismo e riduce il senso di fame. E’ per questo che integratori che lo contengono come ingrediente principale vengono spesso consigliati in casi di obesità e alle persone che stanno affrontando una dieta dimagrante.

Le proprietà della garcinia, però, non sono finite qui. E’ indicata per normalizzare i livelli di glucosio nel sangue e per migliorare le funzioni urinarie. Non solo, è efficace per contrastare i reumatismi, i parassiti intestinali, i problemi mestruali, le emorroidi, le coliti ulcerative e il morbo di Crohn. Considerata un potente antiossidante, secondo studi recenti è un antitumorale nel neuroblastoma ed è in grado di purificare l’acqua dai metalli pesanti.

garcinia frutto
(Shutterstock.com)

Garcinia: usi e controindicazioni

In Patria, la garcinia viene utilizzata anche come spezia e conservante per il pesce. Come rimedio naturale, si trova in commercio sotto forma di estratto secco, per preparare ottime tisane, oppure in compresse. Sul piano controindicazioni, a patto che si assuma nelle dosi prescritte, non presenta alcun effetto collaterale rilevante. In ogni caso, è sconsigliata in gravidanza e allattamento e alle persone che assumono farmaci per il diabete e l’ipertensione. Prima di iniziare il trattamento, è comunque preferibile parlarne con il proprio medico.