Il team di IoT
Il team di Iot internetofelephants.com

Internet of Elephants è un’impresa sociale con sede in Kenya e negli Stati Uniti nata dal sodalizio tra ambientalisti, educatori e game designer

Esplorare la foresta pluviale e aiutare a proteggere lei e i suoi abitanti. È questo l’obiettivo di Wildeverse della software house keniota Internet of Elephants. Il videogames per smartphone propone un’esperienza di realtà aumentata immersiva dove i personaggi sono reali, le trame sono autentiche e la posta in gioco è il futuro del nostro mondo naturale.

Wildeverse è frutto di una collaborazione con Borneo Nature Foundation e Goualougo Triangle Ape Project

Il team di Internet of Elephants si è recato nelle giungle del Congo e del Borneo per assistere al lavoro di queste due organizzazioni attive nella protezione delle foreste pluviali in Africa e in Asia. Gli sviluppatori hanno rintracciato diverse famiglie di scimmie e discusso con scienziati e ranger per riversare nell’esperienza di gioco il lavoro quotidiano degli animalisti.

Wildeverse basa l’esperienza di gioco sulla vita di singoli animali allo stato selvatico e su reali storie di protezione e conservazione della fauna e dell’habitat

Quattro scimmie (Fio l’orangutan, Aida lo scimpanzé, Buka il gorilla e Chilli il gibbone), selezionate per le loro avvincenti storie di vita e per le loro stravaganti personalità, sono al centro dell’esperienza di gioco. La realtà aumentata trasforma l’ambiente circostante in una giungla da esplorare per tracciare le attività degli animali e trovare indizi per completare le missioni.

wildeverse
Wildeverse internetofelephants.com

I giocatori agiscono come ambientalisti in missione per proteggere gli animali a rischio d’estinzione

“Le scimmie sono in pericolo in tutto il mondo. La protezione della fauna selvatica diventerà una priorità globale solo se un numero sufficiente di persone si interesserà”.”Gli attivisti combattono una dura battaglia con il supporto di una manciata di persone”. Gautam Shah, fondatore di IoE ed esploratore del National Geographics, crede che il gioco abbia la capacità unica di connettere il pubblico con la fauna selvatica in modo profondo e personale. Questo, afferma, genererà preoccupazione e sostegno. Il suo obiettivo è che Wildeverse e gli altri giochi di IoE raggiungano più di 50 milioni di persone entro il 2027.

Wildeverse aiuterà veramente la natura e la popolazione dei primati?

Certo un gioco basato sulla salvaguardia della natura, al di là del grande richiamo mediatico, rimane sempre solo un gioco e l’aiuto reale, spesse volte, rimane solo superficiale. Wildeverse puntà però a superare questo impasse, infatti l’app di realtà aumentata è al centro di uno studio accademico sul suo impatto e sui valori reali del suo contributo. L’attività di ricerca per la misurazione dell’impatto del gioco online sui comportamenti pro-ambientali diretta dalla dott.ssa Tilda Dunn terminerà il primo febbrario e darà conto dei risultati reali di questo progetto.

Puoi scaricare Wildeverse sia dall’app store iOS che da Google Play Store