Frullati di frutta estiva

Complici le alte temperature o la dimenticanza, la frutta estiva può facilmente andare a male e assumere un aspetto poco allettante. Per invitare occhi e gusto al consumo di frutta di stagione si possono preparare dei frullati. Sarà un modo per non sprecare cibo e beneficiare di sali minerali e vitamine che non devono mancare nella dieta quotidiana. I frullati sono altamente leggeri, ideali per la bella stagione e per combattere senso di spossatezza se abbinati al consumo di frutta secca.

Frullato anguria e banana

INGREDIENTI

  • 1 banana
  • mezzo spicchio di anguria (circa 250 gr)
  • 300 ml di latte di riso

Procedimento

  • Lavarsi le mani prima di maneggiare il cibo.
  • Sbucciare la banana, farla a pezzetti e immergerla in un contenitore con 300 ml di latte.
  • Con un frullatore a immersione frullare la banana.
  • A parte, in un contenitore alto, collocare i cubetti di anguria senza semi e ridurla in poltiglia con il frullatore.
  • Versare nel frullato di banana l’anguria frullata con un colino per evitare qualche seme sfuggito.

Frullato prugna e albicocca

INGREDIENTI

  • 1 albicocca
  • 1 susina
  • 300 ml di latte di riso
  • Miele (un cucchiaio) oppure zucchero (un cucchiaio)

Procedimento

  • Lavarsi le mani prima di maneggiare il cibo.
  • Lavare, denocciolare e ridurre a cubetti la frutta.
  • In un contenitore alto versare l’albicocca e 300 ml di latte.
  • Frullare con un frullatore a immersione.
  • A parte ridurre in poltiglia la prugna.
  • Aggiungere la prugna all’albicocca frullata.
  • Considerato il sapore acidulo della prugna si può aggiungere del miele o dello zucchero al frullato.

Come servire e conservare

I frullati sono più gustabili in bicchieri di vetro. Si possono aromatizzare con un pizzico di cannella oppure, nel caso del frullato con banana e anguria, con due gocce di olio essenziale di vaniglia. Inoltre la consistenza della frutta potrebbe essere valorizzata dalla presenza di ghiaccio tritato.
I frullati vanno consumati nell’arco di una giornata e conservati in contenitori preferibilmente di vetro ed ermetici. Vanno tenuti in frigo.