kamut farina
(Shutterstock.com)

Quali sono i valori nutrizionali della farina di kamut? Scopriamoli, insieme a tutti gli usi che se ne possono fare in cucina.

La farina di kamut si ottiene dall’omonimo cereale, che è una particolare varietà di grano Khorasan, detto anche frumento orientale o Triticum turanicum. Il processo di macinazione, purificazione e lavorazione per ottenere questa preziosa polvere è stato messo a punto negli anni Settanta, dall’azienda statunitense Kamut International, che ancora oggi ne detiene il marchio di qualità. Il grano Khorasan, originario dell’Iran, viene coltivato in diverse zone del Medio Oriente, mentre il kamut viene coltivato principalmente nelle aziende biologiche certificate del Nord America. Cento grammi di farina di kamut presenta i seguenti valori nutrizionali:

  • 310 calorie
  • 11 g di acqua
  • 13 g di proteine
  • 2 g di lipidi
  • 70 g di carboidrati
  • 7 g di zuccheri
  • 10 g di fibre.

E’ bene sottolineare che la farina di kamut contiene glutine, motivo per cui è vietata nell’alimentazione dei celiaci. Pur essendo un alimento parecchio energetico, fornisce un lento rilascio degli zuccheri del sangue, motivo per cui l’organismo riesce a sentirsi in forze per tanto tempo. Inoltre, il suo consumo favorisce la funzionalità intestinale.

Kamut grano chicchi
(Shutterstock.com)

Farina di kamut: dai valori nutrizionali agli usi

La farina di kamut si può usare per molte preparazioni, sia dolci che salate. E’ ottima per la preparazione della pizza, visto che consente di ottenere un prodotto particolarmente digeribile, ma anche per fare un buon pane e tutte le altre prelibatezze della panificazione. Ovviamente, potete impiegarla anche per le crostate, i biscotti e qualsiasi altra dolcezza vi venga in mente.