facebook cambia nome

Creare un nuovo universo digitale sfruttando a pieno le nuove tecnologie. Il 28 ottobre la società guidata da Mark Zuckerberg annuncerà i dettagli del piano della nuova identità del social. Una cosa è sicura Facebook diventerà parte di un universo più grande di applicazioni. Una “costola” di un progetto più grande.

Facebook cambia nome, ecco cosa succede il 28 ottobre

Secondo quanto riportato da The Verge, Facebook annuncerà durante la conferenza del 28 ottobre “Connect” i dettagli del re-brand dell’azienda. Un’operazione in linea con tutti i grandi “dinosauri” del mondo digitale. Nel 2015 Google cambio, infatti, il suo nome in Alphabet Inc. Un’azienda più grande, una holding, di cui Google, è solo una delle tante realtà.

Un nuovo modo per vivere i social: il metaverso di Facebook

Facebook, che nel tempo ha imposto il suo ruolo nello scacchiere acquisendo Whatsapp e Instagram, vuole ora fare un passo avanti e sviluppare la potenzialità della sua terza azienda acquisita, Oculus VR, la casa che produce i visori per la realtà virtuale Oculus Rift. I primi nomi trapelati per il nome e il progetto contenitore della nuova identità del social riguardano un non meglio precisato metaverso. Per farvi un’idea di cosa vuol dire basta andare sulla pagina ufficiale di Connect.

Che cos’è la realtà virtuale di Facebook

Il metaverso è un termine creato dalla penna dello scrittore di fantascienza Neal Stephenson in Snow Crash (1992). Il libro introduce quello che potremmo chiamare un universo parallelo, una realtà virtuale condivisa tramite i nostri dispositivi dove possiamo scegliere diversi avatar, luoghi, accessori, da indossare, visitare, usare virtualmente.

Facebook punta a ridefinire l’universo social

Le prime indiscrezioni parlano di una tecnologia che punta, sfruttando la realtà virtuale e la realtà aumentata, a ridefinire l’universo social, puntando sulla prossima evoluzione dei nostri dispositivi. Dagli occhiali RayBan “Stories” digitali a tutto l’universo dello smart wear, rappresentato da smartwatch sempre più potenti.

Netflix e i primi videogame VR

La direzione sembra quella giusta. Infatti da tempo si aspettava l’ingresso nel business dei videogame di Netflix che, infatti, ha lanciato il primo videogame ufficialmente prodotto basato su una sua serie originale. Per giocarci, naturalmente, c’è bisogno di un visore per la realtà virtuale.

L’annuncio di Facebook sul suo rebrand

Sul nuovo rebrand della società in una direzione estetica totalmente nuova, non lascia dubbi l’annuncio di Facebook per presentare la giornata del prossimo 28 ottobre: “un evento virtuale di un giorno, organizzato da Facebook Reality Labs, per esplorare il futuro della realtà aumentata e della realtà virtuale. Scopri le ultime tecnologie dai leader del settore e impara a usarle partecipando a sessioni per sviluppatori. Il nostro obiettivo è di rendere il mondo più unito e offrire una nuova frontiera delle connessioni social tramite nuove esperienze”.

Facebook VS TikTok

Si, Facebook, vuole riguadagnare terreno, offrire nuove esperienze, e cercare di contrastare la perdita degli utenti più giovani, esponenti di una generazione orientata a una tipologia di social dinamici come Tik Tok. Gli ingredienti per tentare la fuga in avanti ci sono tutti, se pensate che durante la giornata di eventi digitali per il lancio del progetto Facebook Reality Labs, potete già registravi per sperimentare, tra i tanti eventi in realtà virtuale, una passeggiata spaziale dalla SSI la Stazione Spaziale Internazionale. Unico requisito avere un salotto tutto per voi e quasi mille euro per acquistare un visore Oculus Rift. Forse si fa prima a diventare astronauti.