Via verde di Alcaraz (lifeintravel.it)

Dette vie verdi si snodano per più di 3mila chilometri e possono essere percorse a piedi o in bici stimolando il turismo sostenibile

In Spagna le linee ferroviarie dismesse sono un patrimonio enorme che oggi hanno una nuova vita. Dei 7.600 chilometri totali, più di 3.000 sono diventati una rete di sentieri, detti vie verdi, ideali per scoprire il Paese in modo sostenibile, con qualsiasi mezzo di mobilità lenta. Dal momento che si snodano su terreni piani e con poca pendenza, sono adatti a tutti e si prestano in modo particolare alle escursioni in bicicletta, offrendo una via d’accesso privilegiata all’ambiente naturale. Il fondo stradale è ben curato ed è pensato per il trekking, il cicloturismo o le semplici passeggiate, anche per le persone in sedia a rotelle.

Le vie verdi sono quindi sentieri di facile accesso, comodi da percorrere e sicuri perché non vi circolano veicoli a motore. Attualmente sono più di 120 e coprono un totale di 3.200 chilometri che si snodano in tutte le regioni della Spagna, eccetto che nelle isole Canarie. Ognuna di esse è unica, hanno lunghezze diverse e attraversano territori differenti, urbani e rurali, sulla costa o nell’interno, regalando panorami unici e spettacolari. A indicarci le più belle, ci ha pensato la testata giornalistica LifeGate.

La via verde di Alcaraz

Un’altra via caratteristica è quella che si snoda nei territori quasi leggendari della Mancia, narrati e diventati famosi grazie al romanzo di Miguel de Cervantes e alle gesta del suo protagonista Don Chisciotte. Percorrere la via verde di Alcaraz, nei pressi di Albacete, sarà come ripercorrere in sella a una bici quei luoghi che il cavaliere errante aveva attraversato in lungo e in largo in sella al suo Ronzinante. Sarà un po’ come partecipare in qualche modo alle avventure che hanno fatto la storia della letteratura, non solo spagnola. La via verde di Alcaraz è composta da due tratti, uno di 74 chilometri tra le impressionanti conche dei fiumi Jardín e Cubillo, la Laguna del Arquillo e la Sierra de Alcaraz. Il secondo, di circa 19 chilometri, attraverso il Parco naturale di Sierra de Cazorla, nonché le conche del Rumblar, Guadalén e Guadalmena.

Leggi anche:

Esplorare la Spagna attraverso le linee ferroviarie dismesse
Esplorare la Spagna attraverso le linee ferroviarie dismesse: la via dell’Orso
Esplorare la Spagna attraverso le linee ferroviarie dismesse: la via Vasco-Navarra
Esplorare la Spagna attraverso le linee ferroviarie dismesse: la via del Mar