Sentiero dell'Orso, Asturie (Ecobnb)

Dette vie verdi si snodano per più di 3mila chilometri e possono essere percorse a piedi o in bici stimolando il turismo sostenibile

In Spagna le linee ferroviarie dismesse sono un patrimonio enorme che oggi hanno una nuova vita. Dei 7.600 chilometri totali, più di 3.000 sono diventati una rete di sentieri, detti vie verdi, ideali per scoprire il Paese in modo sostenibile, con qualsiasi mezzo di mobilità lenta. Dal momento che si snodano su terreni piani e con poca pendenza, sono adatti a tutti e si prestano in modo particolare alle escursioni in bicicletta, offrendo una via d’accesso privilegiata all’ambiente naturale. Il fondo stradale è ben curato ed è pensato per il trekking, il cicloturismo o le semplici passeggiate, anche per le persone in sedia a rotelle.

Le vie verdi sono quindi sentieri di facile accesso, comodi da percorrere e sicuri perché non vi circolano veicoli a motore. Attualmente sono più di 120 e coprono un totale di 3.200 chilometri che si snodano in tutte le regioni della Spagna, eccetto che nelle isole Canarie. Ognuna di esse è unica, hanno lunghezze diverse e attraversano territori differenti, urbani e rurali, sulla costa o nell’interno, regalando panorami unici e spettacolari. A indicarci le più belle, ci ha pensato la testata giornalistica LifeGate.

La via verde dell’Orso

Situata nel cuore delle Asturie, a una trentina di chilometri dalla capitale Oviedo, questa via è un ottimo esempio di riconversione, dal momento che sorge sul tracciato dell’antica linea ferroviaria mineraria che trasportava il carbone estratto nella zona. La valle dell’Orso, con i paesi di Proaza, Quirós, Santo Adriano e Teverga, ha visto la propria storia segnata dal comparto minerario: il suo sviluppo ha portato nella regione la ferrovia, fino a che l’abbandono delle miniere ha comportato anche la scomparsa dei treni. La via verde si sviluppa su 36 chilometri e vede 14 spazi naturali protetti dislocati a meno di cinque chilometri dal suo percorso. Tra questi, il Parco naturale de Las Ubiñas-La Mesa, caratterizzato da boschi di faggi, tassi e agrifogli, con vista proprio sulla conca carbonifera centrale.

Leggi anche:

Esplorare la Spagna attraverso le linee ferroviarie dismesse
Esplorare la Spagna attraverso le linee ferroviarie dismesse: la via Vasco-Navarra
Esplorare la Spagna attraverso le linee ferroviarie dismesse: la via del Mar
Esplorare la Spagna attraverso le linee ferroviarie dismesse: la via di Alcaraz