mamma neonato tisana
(Shutterstock.com)

Quali sono le erbe utili nel post parto? Vediamo quali sono le piante che si possono assumere e le relative indicazioni terapeutiche.

Il parto, anche se bellissimo per la maggior parte delle donne, è un momento molto delicato. Dopo aver messo al mondo un bambino, la donna può avere diversi disturbi e vivere altrettante emozioni, spesso altalenanti. Volendo, si può chiedere aiuto alla natura perché ci sono tante erbe utili nel post parto che non vanno ad interferire con l’allattamento. In caso di carenza di ferro e anemia, ad esempio, è indicato consumare una tisana all’ortica o al tarassaco, nella dose di un cucchiaino di estratto per tazza.

Considerando che durante l’allattamento si abbassano le difese immunitarie perché la donna passa molti anticorpi al neonato, è indicata l’echinacea. Questa erba, oltre ad aumentare le difese della mamma, svolge un’azione immunostimolante anche nel bebè. La dose consigliata è di circa 80 mg al giorno. Per combattere la stanchezza e il senso di affaticamento, tra le erbe utili nel post parto troviamo: eleuterococco (in caso di cesareo nella dose di 20 gocce al mattino e 20 alla sera) e fieno greco (per quante hanno partorito naturalmente). Per aumentare la montata lattea, invece, abbiamo: galega (2 compresse al giorno), anice verde, cardo mariano (da consumare sia crudo che cotto al vapore), il finocchio e il luppolo.

mamma neonato stanchezza
(Shutterstock.com)

Post parto: a ogni erba la sua funzione

Tra le erbe utili nel post parto che aiutano a contrastare il dolore del seno troviamo: olio di calendula (per il capezzolo, da applicare una volta al giorno) e castor equi o rathania (sotto forma di pomata per cicatrizzare capezzoli tagliati). Per quanto riguarda i disturbi legati alle emozioni, invece, si consigliano i cari e vecchi fiori di Bach. Come certamente saprete, questi rimedi naturali cambiano in base al disturbo emotivo che si vuole contrastare. Nel periodo che segue la nascita di un bambino sono indicati: Cerato per recuperare la fiducia in se stessi e aumentare l’autostima, Agrimony per far uscire le emozioni e imparare a chiedere aiuto e Chicory per alleviare le sofferenze, specialmente quella causata dall’allontanamento dal bebè. Questi fiori di Bach vanno assunti nella dose di 4 gocce per 4 volte al dì, prima dei tre pasti principali e del riposo.