donna dolore addome
(Shutterstock.com)

Come contrastare la diverticolite? Vediamo quali sono i rimedi naturali più efficaci e rispolveriamo i vecchi consigli della nonna.

I diverticoli sono delle estroflessioni della mucosa e della sottomucosa intestinale che si trovano nei punti più deboli del sottostante strato muscolare. Quando si estendono a livello dell’intestino crasso si parla di diverticolosi. Quest’ultima, se non curata, può trasformarsi in diverticolite. In entrambi i casi, si tratta di una infiammazione della mucosa diverticolare, ma nel primo si potrebbero anche non avvertite sintomi importanti, mentre nel secondo potrebbero essere necessarie terapie farmacologiche e un intervento chirurgico. Pertanto, è importante contrastare la diverticolosi prima che si trasformi in diverticolite. Quest’ultima, è bene sottolinearlo, può essere più o meno grave, in gergo medico complicata e non complicata. Generalmente, i sintomi della diverticolite sono lampanti:

  • dolore addominale persistente;
  • nausea o vomito;
  • episodi di stitichezza o di diarrea con difficoltà ad urinare;
  • febbre;
  • tachicardia;
  • pressione bassa.

La causa principale della diverticolite non è ancora chiara, ma sembra che la problematica sia da ricollegare a diversi fattori: dalla dieta alla predisposizione genetica, passando per la struttura del colon. In ogni modo, agire da un punto di vista alimentare è sempre consigliato. Spesso, infatti, coloro che manifestano questo disturbo consumano cibi poveri di fibre.

donna dolore fianco
(shutterstock.com/Perfect Angle Images)

Diverticolite: rimedi naturali efficaci

Per contrastare la diverticolite è consigliato assumere tra i 25 e i 30 grammi al giorno di fibre, aggiungendo anche i probiotici che migliorano il microbiota intestinale. Via libera a: frutta, verdura, legumi e cereali integrali. Inoltre, non dimenticate l’attività fisica, bastano 30 minuti al giorno di camminata a passo veloce, e dimenticate il vizio del fumo. Se possibile, riducete il consumo di aspirina e farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) perché sembra che contribuiscano alla formazione della problematica.

Per quanto riguarda i rimedi naturali, sono diverse le piante che possono migliorare i sintomi e diminuire l’infiammazione. Quelle più efficaci sono: altea, discorea, olmaria, curcuma, boswellia, belladonna, camomilla, propoli, uncaria, achillea, malva, melissa e menta ed echinacea. Prima dell’assunzione parlate del vostro problema con l’erborista o il farmacista e fatevi consigliare sulla posologia.