shutterstock.com

Detroit, ex simbolo della produzione di automobili, si da alle biciclette Home Made: le Detroit Bike

La città che è stata simbolo della produzione automobilistica ora si da ad un nuovo fronte: quello delle biciclette, in un tentativo di reinventarsi. Si tratta di Detroit Bikes.

Azienda

Fondata nel 2011, Detroit Bikes è un’azienda che offre una serie di diversi servizi correlati alla bicicletta a vari tipi di clienti. Produce telai di biciclette per bici da pendolari. Cos’ha di speciale questa realtà? 1. Detroit Bikes è l’unico produttore di bici della città; 2. Vengono costruite in una città storicamente associata alle automobili e 3. Le bici vengono realizzate a mano su ordinazione. Tutto è Home Made, dal telaio alla verniciatura, una produzione locale che spicca su un mercato dove il tutto viene demandato all’estero.

Queste bici prodotte sono anche dette in gergo Commuter bikes, ovvero le biciclette di chi va a lavorare la mattina. Si prestano benissimo a strade e piste ciclabili, sono semplici, durevoli e richiedono poca manutenzione. Non costano molto e duqneu garantiscono un buon rapporto qualità prezzo per il lavoratore di tutti i giorni.

Tutto questo avviene in un momento di grande cambiamento per Detroit e per tutto il Michigan, infatti la storica sede di General Motors, Ford e Chrysler, sta per varare la legislazione più avanzata del mondo per tutelare i ciclisti un blocco di norme che una volta approvate conferirebbero ai ciclisti delle tutele legali impensabili fino a qualche tempo fa. Da multe salatissime per gli automobilisti fino a l’obbligo di mantenersi a 1,5 metri di distanza (laterale) dalle biciclette lungo la strada.

la capitale dell’industria automobilistica statunitense è stata infatti l’ultima a tutelare gli americani che viaggiano in bici.Mentre altri Stati hanno adottato leggi favorevoli alle due ruote – soprattutto in tema di sicurezza stradale – il Michigan ha sempre pensato alle Cadillac, ai pick-up, ai Suv e alle Corvette, insensibile alla crescente popolarità dei mezzi a due ruote e ai preoccupanti numeri di morti e feriti sulle strade. Di certo i numeri dei ciclisti morti in Michigan fanno riflettere: lo scorso anno ci sono state 38 vittime, il doppio del 2016, e 2.000 feriti. E di questi 38 – secondo la Polizia e la League of American Bicyclists – 20 sono stati uccisi mentre stavano andando dritti, una prova del fatto che automobilisti stavano passando troppo vicini. In ogni caso ora tutti gli Usa – 900.000 americani si spostano ogni giorno in bici per andare al lavoro – guardano con attenzione cosa succederà con questa nuova legislazione.” cita Repubblica.