desmodium pianta fiori
(Shutterstock.com)

Quali sono le proprietà del desmodium? Scopriamole tutte, insieme agli usi e alle controindicazioni da tenere a mente.

Appartenente alla famiglia delle Fabaceae, il desmodium o desmodio è una pianta erbacea rampicante originaria dell’Africa. Dall’aspetto simile a quello del trifoglio, presenta piccoli fiori viola e frutti a forma di baccelli verdi. Utilizzato come rimedio naturale fin dalla notte dei tempi, specialmente in Africa, America e India, è ricco di: polifenoli, antociani, tannini e D-pinitolo. Con proprietà epatoprotettive, anti-epatossiche, antiossidanti e antiradicali, apporta numerosi benefici all’organismo. In patria gli riconoscono anche virtù antidolorifiche e afrodisiache.

Viene utilizzato per combattere diverse problematiche: affezioni epatiche, asma bronchiale, disturbi nervosi, otorinolaringoiatrici e cardiovascolari, infezioni vaginali, malaria, stati di ansia e manifestazioni allergiche. Non solo, stimola il sistema immunitario, contribuendo al buon funzionamento dell’organismo, ed è in grado di proteggere il fegato durante l’assunzione di farmaci pesanti o a lungo termine. Come se non bastasse, è utile anche in casi di intolleranze alimentari che danno problemi digestivi e reazioni cutanee e in presenza di contratture muscolari, crampi e mal di schiena.

desmodium pianta
(Shutterstock.com)

Desmodium: usi e controindicazioni

Il desmodium, quindi, è indicato soprattutto come protettore del fegato, specialmente in caso di chemioterapia, trattamento antibiotico o malattie croniche. Se dovete fare la chemio, è opportuno iniziare la cura con il rimedio naturale due giorni prima e prolungarla dieci giorni dopo il trattamento. In ogni modo, seguite le istruzioni del medico. In commercio si trova sotto forma di estratto secco, in fiale o in capsule. Pertanto, fatevi consigliare il prodotto che fa maggiormente al vostro caso.

Sul versante delle controindicazioni, il desmodium è vietato alle donne in gravidanza o allattamento e ai bambini. Ricordate sempre di seguire le dosi e le indicazioni del medico perché si tratta di un rimedio che può interferire con altri farmaci e non è privo di effetti collaterali. Può provocare diarrea, vomito e dolore addominale.