Roma, Torre Astura
Roma, Torre Astura (Shutterstock.com)

Roma ha una grande fortuna: la vicinanza con il mare e diverse mete che possono essere raggiunte con il treno. Tante le località che in questi weekend posso essere scelte e che regalano piacevoli scoperte.

Roma ha una grande fortuna: la vicinanza con il mare. Ma ha anche altrettanta sfortuna: le ore di coda sull’Aurelia o sulla Pontina per raggiungere il tanto agognato refrigerio. Ma c’è la possibilità di raggiungerle in treno!

A nord di Roma…

Le prime due mete tutte da scoprire si trovano a poca distanza l’una dall’altra e sono raggiungibili con un’ora di regionale. Siamo a una sessantina di chilometri a nord di Roma: ecco la spiaggia di Santa Severa. Qui si trova il famoso castello, sorto sull’antico sito etrusco di Pyrgi, che svetta imponente a due passi dal mare.

E così, in una splendida giornata soleggiata, potrete godere non solo di un bel bagno salato ma anche della possibilità di visitare questa affascinante rocca aperta tutto l’anno!

Pochissimi chilometri più a nord, e dieci minuti di treno in più, bastano per ritrovarsi nella nota località balneare di Santa Marinella. Meta ideale per le vacanze estive o per un weekend fuoriporta, vi sorprenderà per le numerose insenature sabbiose e rocciose che si alternano sul litorale. Da non perdere, inoltre, le meravigliose ville liberty che si affacciano sul mare.

A sud di Roma…

Se preferite, invece, un’inversione di rotta c’è Anzio. Questa piccola cittadina, ricca di ristoranti che si affacciano sul mare, è un mix di storia e relax. Allontanandosi dagli stabilimenti del lungomare ci si ritrova a ridosso delle vestigia della villa dell’imperatore Nerone. La rinomata area archeologica accoglie anche l’antico porto i cui magazzini sono oggi noti come Grotte di Nerone.

Unica eccezione non raggiungibile con il treno ma che vale la pena scoprire è Torre Astura, a pochi chilometri da Anzio.

Si lascia la macchina nel parcheggio (vicino al Poligono militare di Nettuno), ci si dirige verso la barchetta che permette di oltrepassare il canale di acqua dolce, si attraversa la pineta e si raggiunge la spiaggia. Tra dune sabbiose e un mare sempre mosso dal vento gli antichi resti della villa di Cicerone sopravvivono insieme con l’imponente fortezza sul mare.

Qui non esistono stabilimenti, così come non ci sono bar, ed è proprio questa la bellezza del posto. Natura allo stato puro che si lascia ammirare tra castelli, vestigia e acque salmastre.