cumino semi polvere
(shutterstock.com)

Quali sono le proprietà del cumino? Scopriamole tutte, insieme agli usi e ad eventuali controindicazioni da tenere bene a mente.

Ricavato dai semi del Cuminum Cyminum, pianta erbacea perenne originaria dell’Asia Minore, il cumino vanta proprietà che vale la pena conoscere. E’ bene sottolineare che, oltre al cumino vero e proprio, ci sono altre varietà: il cumino nero, utilizzato per il trattamento di bronchiti, micosi, irritazioni cutanee, per favorire l’eliminazione delle tossine e stimolare la circolazione sanguigna, il cumino dei prati e il bunium persicum. In questa occasione ci occuperemo della specie tradizionale, che apporta benefici digestivi, depurativi, emmenagoghi e curativi.

Ricca di ferro e antiossidanti, questa spezia rappresenta un vero e proprio toccasana per l’intero organismo. Innalza in modo naturale le difese immunitarie, è un grande alleato dell’anemia, aiuta in caso di dolori addominali, coliche e gonfiori e stimola la secrezione del pancreas. Non solo, attenua il meteorismo, stimola l’appetito, disintossica il fegato, contrasta i radicali liberi, l’invecchiamento cellulare e l’osteoporosi, abbassa il colesterolo e il diabete e favorisce l’afflusso di sangue durante il ciclo mestruale. Dulcis in fundo, il cumino aiuta a combattere l’alitosi, lo stress e le affezioni dell’apparato respiratorio.

cumino semi grissini
(shutterstock.com)

Cumino: usi e controindicazioni

Senza ombra di dubbio, l’utilizzo più diffuso del cumino è quello culinario. Grazie al loro sapore inconfondibile, intenso e leggermente piccante, i semi e la polvere sono parecchio usati per condire piatti prelibati. I primi sono ottimi soprattutto nelle insalate e per aromatizzare formaggi e pane. I semi, inoltre, possono essere anche masticati, magari a fine pasto per aiutare la digestione e per combattere l’alitosi. In alternativa, optate per una buona tisana, efficace per digerire, per depurare l’organismo, per contrastare la tosse e per favorire il rilassamento. Quanti sono abili con il fai da te, possono utilizzare questa spezia anche per creare dentifrici, collutori e detergenti 100% naturali.

Per quel che riguarda le controindicazioni, il cumino non presenta particolari effetti collaterali. In ogni modo, quanti hanno una ipersensibilità verso uno o più dei suoi componenti se ne devono tenere alla larga, così come le donne in gravidanza e coloro che hanno malattie al fegato.