donna bionda rilassata mare
(Shutterstock.com)

Cos’è il breathwork? Scopriamo tutto quello che c’è da sapere su una tecnica che consente di affrontare al meglio i periodi stressanti.

Se non avete mai sentito parlare del breathwork è tempo di rimediare. Si tratta di un insieme di esercizi di respirazione da praticare in qualsiasi momento della giornata. Questa tecnica consente di migliorare il benessere fisico e mentale ed è consigliata in casi di stress o ansia, per lasciare andare i pensieri negativi e per aumentare i livelli di concentrazione ed energia. E’ molto gettonata perché apporta benefici reali ed è a costo zero.

Così come accade con la meditazione, anche con il breathwork ci vuole un po’ di pazienza e altrettanta pratica per entrare davvero dentro all’esperienza e, di conseguenza, ottenere benefici. Nei primi tempi è consigliato dedicare un momento della giornata agli esercizi, poi con il passare del tempo sarete in grado di farli anche in mezzo alla folla. Pertanto, se siete dei ‘novellini’ scegliete un posto tranquillo, dove magari potete anche accendere una candela profumata o il diffusore di oli essenziali. Potete stare seduti o distesi, l’importante è che siate comodi. Ricordate soltanto di tenere la schiena dritta se preferite sedervi, e le gambe distese, le braccia ai lati e i palmi rivolti verso l’alto se optate per la posizione supina.

donna rilassata divano cuffie
(Shutterstock.com)

Come si pratica il breathwork?

Appena trovate una posizione comoda, chiudete gli occhi e date inizio al breathwork. Inspirate ed espirate con il naso con respiri regolari e controllati. In questa fase dovreste avvertire i polmoni e la pancia che iniziano ad espandersi. Volendo, potete anche appoggiare le mani sulla pancia, in modo da avere la sensazione di un palloncino che si gonfia e poi si sgonfia ad ogni respiro. Prestate attenzione all’aria fredda che entra dal naso ed esce più calda dalla bocca o dal naso. Non dovete occuparvi di altro.

Dopo i primi tre respiri, rilassate il volto. Iniziate dalla fronte, poi passate agli occhi, alle labbra e alla mascella. Se può esservi d’aiuto ripetete mentalmente i passaggi che state compiendo, sempre restando concentrati su ciò che sta avvenendo al vostro corpo. Se vi accorgete che la mente sta correndo ai problemi della giornata o a qualsiasi altro avvenimento, non preoccupatevi e riportate l’attenzione al momento presente, ossia al respiro. E’ assolutamente normale distrarsi, quindi non colpevolizzatevi. Riconoscete il pensiero e lasciatelo andare, come se fosse una foglia appoggiata su un fiume. Dal viso passate a rilassare tutto il corpo, fino alla punta dei piedi.

In una seconda fase inspirate dal naso in modo energico e profondo in due tempi, poi espirate. Ripetete per cinque cicli, senza sforzare la respirazione. Se percepite tensioni o fastidi, tornate al respiro regolare, lento e spontaneo.