donna magiare unghie
(Shutterstock.com)

Come smettere di mangiarsi le unghie? Vediamo quali sono i rimedi naturali più efficaci e rispolveriamo i vecchi consigli della nonna.

Definita in gergo tecnico onicofagia, l’azione di mangiarsi le unghie non comporta soltanto un indebolimento delle unghie, ma altri problemi di cui dovreste tenerne conto ogni volta che avvicinate un dito alla bocca. Rovinate denti e gengive, ma vi esponete anche a diverse malattie perché le mani sono un vero e proprio covo di batteri e virus. Oltre all’aspetto salutare, poi, non bisogna sottovalutare quello estetico: non c’è paragone tra una mano mangiucchiata e una con le unghie curate. Questo non significa che è necessario sottoporsi ad una seduta di manicure dall’estetista almeno una volta a settimana, ma prendersi cura di sé anche a casa. D’altronde, le mani sono un vero e proprio bigliettino da visita.

Il primo consiglio è cercare di capire perché avete il vizio di mangiarvi le unghie: spesso, infatti, è lo stress a spingervi, ma in alcuni casi può essere anche una problematica legata all’infanzia o a qualche problema familiare. Insomma, come sempre, il disturbo – se così vogliamo chiamarlo – va estirpato alla radice. Nel frattempo, provate ad utilizzare alcuni rimedi naturali efficaci. Innanzitutto, quando siete a casa, provate ad applicare dei cerotti sulle unghie, sostituendoli ogni volta che si bagnano. In questo modo, eviterete di mettere le mani in bocca e procederete in modo graduale.

mani unghie mangiate
(Shutterstock.com)

Come smettere di mangiarsi le unghie: rimedi naturali

In alternativa, potete provare ad indossare un paio di guanti, magari di seta o di cotone, oppure applicate lo smalto. In commercio ce ne sono alcuni appositi dal sapore sgradevole, che dovrebbero scoraggiare anche il mangiatore più accanito. Volendo, provate anche con l’aloe vera, che ha un saporaccio. Vi basterà tagliare in pezzettini una foglia e strofinarli sulle unghie. Per combattere l’onicofagia è consigliato anche sgranocchiare alcune piante commestibili, come la radice di liquirizia, indicata anche per smettere di fumare. In alternativa, tenete utilizzate il tea tree oil, puro o diluito con olio di oliva, che ha un sapore amaro. Infine, tenete le mani impegnate, maneggiando la classica pallina oppure gli scuishy, che si possono realizzare anche in casa.