(Di Jacopo Ventura, fonte Shutterstock.com)

Come preparare appetitose conserve di pomodori secchi sott’olio

La fine dell’estate riserva tante proposte tra ortaggi, verdura e frutta da conservare.
Quando si preparano le conserve è bene preparare l’ambiente di lavoro e rispettare alcune norme fondamentali perché produrre in casa alimenti a lunga conservazione richiede una certa accortezza. Dall’igiene personale alla sanificazione dei piani di lavoro, nulla va lasciato al caso. Perché anche se di produzione artigianale si tratta, è pur sempre un prodotto alimentare che finirà sulla nostra tavola.

Il momento ideale per riscoprire queste tradizioni culinarie che si tramandano di generazione in generazione è proprio la fine della bella stagione. Quando il sole è ancora nostro alleato si può infatti approfittare per fare scorte di delizie dolci o salate. La ricetta dei pomodori secchi sott’olio è tradizionale del Sud Italia e richiede, come primo ingrediente, un sole particolarmente accesso e caldo per favorire il processo di essicazione.

Ingredienti

Pomodori della varietà San Marzano
Olio di semi/girasole
Aglio
Basilico
Peperoncino

Procedimento

1. Lavare i pomodori della varietà San Marzano e dividerli a metà. Salare abbondantemente e disporli a distanza l’uno dall’altro su un telo pulito, steso su un piano di appoggio collocato in uno spazio molto soleggiato.
2. Trascorsi 1 giorno e mezzo o massimo due giorni i pomodori assumeranno un aspetto raggrinzito sulla superficie. Quest’ultima va appianata con le mani, dopodiché i pomodori vanno esposti nuovamente alla luce solare per una giornata.
3. Lavare nuovamente i pomodori per rimuovere polvere, insetti e sale. Asciugare al sole per un altro paio di ore.
4. Appianare di nuovo la superficie esterna e chiudere i pomodori a portafoglio immergendoli in un’insalatiera insieme all’olio di semi.
5. Riporre i pomodori nei vasetti e alternare aglio, basilico e peperoncino.
L’olio deve coprire completamente i pomodori, fino all’orlo, anche dopo l’apertura per il consumo.