(Shutterstock.com)

Ricetta per la pasta frolla

La crostata è sicuramente uno dei dolci tradizionali italiani più antichi che si presta non solo alle varianti dolci, le più note e diffuse, ma anche a versioni salate. Si tratta di un dolce proponibile per la domenica la cui superficie può assumere la forma classica, intrecciata, oppure modellata con degli stampi creando forme con l’impasto come stelle, cuori, foglie e altri elementi a scopo decorativo. La pasta frolla è la chiave di riuscita di ogni crostata. Può essere preparata e lasciata riposare in frigorifero per un paio di ore e persino congelata per utilizzarla entro breve tempo.

INGREDIENTI

  • 2 uova intere biologiche
  • 2 tuorli di uova biologiche
  • 500 g di farina classica (00 oppure 0) o mista con la farina di avena
  • 150 g di burro chiarificato
  • 180 g di zucchero di canna o 150 g di fruttosio
  • 1 bustina di lievito per dolci oppure 1/2 cucchiaio di bicarbonato di sodio

Procedimento

  • Lavarsi le mani prima di maneggiare il cibo.
  • In una ciotola capiente sbattere le uova intere, unire i tuorli e lo zucchero.
  • Sciogliere il burro in un tegame, a fuoco lento.
  • Versare il burro tiepido e la farina gradualmente. In questa fase è fondamentale che la consistenza della pasta frolla sia tale da dare come risultato finale, a termine della lavorazione, un impasto morbido ma che non si sfaldi maneggiandolo altrimenti sarà complicato, anzi un’impresa, stendere la pasta frolla nella teglia.
  • Se ci si rende conto che l’impasto necessita l’aggiunta di qualche manciata di farina perché sia più solido, aggiungerla.
  • Il lievito va sempre incorporato subito dopo la farina.
  • La pasta frolla può essere riposta nel frigorifero per riposare una o due ore. In un ripiano pulito e inodore, avvolta in un canovaccio.
  • Quando verrà stesa si può tagliare con un coltello una porzione destinata alla decorazione. Le strisce per il reticolo o intreccio possono essere modellate più facilmente bagnandosi ogni tanto le mani per evitare che la pasta frolla si incolli. Inoltre è bene spargere della farina sul ripiano di lavorazione.
  • La farcitura della superficie può essere a base di marmellate o confetture, creme o frutta.

Aromi per la pasta frolla

La pasta frolla può avere un retrogusto speziato o agrumato se si aggiunge all’impasto la buccia grattugiata di un limone biologico o di un’arancia.

Ti potrebbe interessare

Crostata con crema agli agrumi e frutta di stagione
Crostata con marmellata di lamponi
Crostata al cioccolato fondente arricchita con scaglie di cocco