uomo pancia gonfia
(shutterstock.com/staras)

Quali sono i cibi per sgonfiare la pancia? Scopriamo cosa inserire nell’alimentazione per ridurre il gonfiore e la tensione addominale.

Avere pancia gonfia e tensione addominale è una problematica comune a molti. Invece che ricorrere a farmaci, però, è bene partire dall’alimentazione. Sono diversi, infatti, i cibi utili per sgonfiare la pancia, così come ci sono tanti rimedi naturali efficaci. Innanzitutto, ricordatevi che uno stile di vita sano, senza fumo e con rari pasti a base di cibo spazzatura e alcol è la scelta più saggia, non solo quando è lo stomaco a chiederlo. Avere delle buone abitudini, compresa un po’ di attività fisica, è fondamentale. Inoltre, ci sono delle accortezze che contribuiscono ad evitare le problematiche in questione: dalla masticazione, che deve essere lenta, alla limitazione delle bibite gassate, passando per la scelta degli alimenti che ingeriamo. Se la tensione addominale è alta, ad esempio, è bene evitare legumi e patate. Per quel che riguarda i cibi che aiutano a sgonfiare la pancia, questi sono poveri di sostanze che fermentano facilmente nell’intestino, evitando quindi la produzione dei gas in eccesso. Se avete crampi e gonfiore addominale, inserite nella dieta i seguenti alimenti:

  • Frutta: banana, lamponi, mirtilli, fragole, kiwi, mandarini, arance, pompelmo e papaya;
    Verdura: sedano, carote, zucchine, peperoni, melanzane, lattuga, fagiolini, zucca e pomodoro;
    Proteine: carne, pesce e uova;
    Cereali e pseudocereali: riso, farro, quinoa, mais, avena, grano saraceno e miglio;
    Latticini: latte e yogurt vegetali, formaggi duri e stagionati;
    Legumi: soia;
    Frutta secca: noci e mandorle.

E’ bene sottolineare che i cibi per sgonfiare la pancia appena citati devono essere inseriti nella dieta solo se non si hanno intolleranze/allergie, altrimenti si ottiene l’effetto contrario.

(shutterstock.com/Natalia Lisovskaya)

Cibi per sgonfiare la pancia: cosa evitare?

Molti degli alimenti citati hanno un alto potere drenante e sono in grado di riattivare e accelerare il metabolismo. Non solo, alcuni, come pompelmo, limone e papaya, sono grandi alleati della digestione. Se, invece, volete ottenere un vero e proprio effetto detox, aggiungete anche ravanelli, carciofi, asparagi e finocchi che aiutano ad eliminare le scorie, a drenare i liquidi in eccesso e a ridurre la fermentazione nell’intestino.

Per quel che riguarda i cibi che, se si hanno problemi di tensione addominale, non devono mai finire sulla tavola, l’elenco è lungo. Ovviamente, anche la cottura è importante, quindi abolite la frittura. Generalmente, gli alimenti che contribuiscono a gonfiare la pancia sono:

  • Frutta: mele, pere, albicocche, ciliegie, pesche, mango, anguria, cachi, susine e prugna;
  • Verdura: barbabietole, cavoletti di Bruxelles, broccoli, cavolo, cavolfiore, aglio, scalogno, funghi e piselli;
  • Latticini: latte e yogurt ad alta percentuale di grassi e formaggi freschi;
  • Legumi: ceci, lenticchie, fagioli e fave;
  • Cereali: segale, frumento e farina bianca.

E’ bene sottolineare che gli alimenti appena elencati non sono da bandire perché sono molto importanti per la salute e il corretto funzionamento di tutto l’organismo. Si tratta soltanto di limitarne il consumo quando si hanno problemi di tensione addominale.