burro di karité
(shutterstock.com/Africa Studio)

Quali sono le proprietà del burro di karité? Scopriamo gli usi, anche quelli alternativi, ed eventuali controindicazioni.

Ricavato dai semi della pianta legnosa Vitellaria paradoxa, appartenente alla famiglia delle Sapotaceae, il burro di karité vanta tantissime proprietà. Nella tradizione alimentare africana viene utilizzato come condimento degli alimenti, ma anche come alleato della pelle e dei capelli. E’ soprattutto per i benefici cosmetici che questo rimedio naturale viene largamente impiegato anche nel nostro Paese. Con proprietà emollienti, nutrienti e idratanti, il burro di karité contribuisce al benessere dell’epidermide, proteggendola dai raggi solari e dall’inquinamento atmosferico. Utile anche per prevenire le rughe e mantenere la pelle giovane, la sostanza burrosa proveniente dall’Africa è ricca di vitamina A, D ed E. Pertanto, è un trattamento extra strong quando l’epidermide appare secca.

Come se non bastasse, il burro di karité vanta proprietà cicatrizzanti e lenitive del dolore. Questo significa che utilizzato su piccole scottature, contusioni o in caso di dolori articolari e muscolari può essere di grande aiuto. Vi basterà applicarlo direttamente sulla zona interessata per provare un sollievo immediato. Grazie alle virtù emollienti, è perfetto per proteggere le labbra, le mani e i piedi dagli agenti esterni, soprattutto dal vento e dal freddo.

Burro mano
(shutterstock.com/Pixel-Shot)

Burro di karité: usi e controindicazioni

Il burro di karité può essere impiegato sia puro che in combo con un po’ di olio di oliva o di mandorle. Quest’ultima ‘composizione’ ha una texture più scivolosa e liquida ed è l’ideale quando necessitate di un effetto strong. In alternativa usatelo puro, sciogliendolo tra le dita e massaggiandolo sulla zona o sulle parti interessate. Ricordate soltanto di applicarlo in piccole quantità e di farlo assorbire per bene. Se le mani o i piedi sono particolarmente screpolati, optate per un impacco. Cospargete per bene la parte del corpo in oggetto e poi indossate guanti o calzini, entrambi in cotone, per tutta la notte.

Avete bisogno di un trattamento rigenerante per i capelli? Nessun problema, il burro di karité è perfetto. Dovete applicarlo sul cuoio capelluto, con movimenti circolari, e sulle punte. Lasciate agire almeno 10 minuti e poi procedete con il classico shampoo. Gli uomini, invece, potrebbero provarlo come crema da barba e cicatrizzante per le ferite da rasoio. In questo ultimo caso, ovviamente, è utile anche per le donne nel post depilazione.

Essendo un prodotto completamente naturale e privo di allergeni, il burro di karité non presenta controindicazioni, tanto che può essere utilizzato anche sulla pelle dei bambini. Se usato per le irritazioni da pannolino fa miracoli.