piedi lampi
(shutterstock.com/Zay Nyi Nyi)

Il bruciore ai piedi può essere particolarmente fastidioso e avere diverse cause. Diamo uno sguardo ai rimedi naturali più efficaci.

Il bruciore ai piedi è una condizione fastidiosa che, se sottovalutata, può comportare a conseguenze più gravi. La salute degli arti inferiori, così come quella dell’intero organismo, è importante ed è per questo che deve essere preservata. I fattori che possono portare a sviluppare questa problematica sono diversi, come una carenza di vitamine/proteine oppure un’infiammazione. Fortunatamente, nella maggior parte dei casi la causa scatenante è da ricollegare all’utilizzo di scarpe scomode o troppo strette. In situazioni del genere, il piede non riesce a muoversi in modo corretto e inizia a sfregare contro le calzature, scatenando il bruciore. Il fastidio, però, può dipendere anche dal modo sbagliato di camminare o dal rimanere in posizione eretta per un lungo periodo. In situazioni cliniche più gravi, possono esserci di mezzo malattie serie, come il diabete, la tiroide, i reumatismi, le disfunzioni del sistema nervoso o l’insufficienza venosa. Insomma, le cause possono essere davvero tante, per cui è bene, laddove il problema non si risolva in poco tempo, chiedere consiglio al proprio medico curante.

Considerando che il bruciore ai piedi può essere causato anche da cattive abitudini quotidiane, il primo rimedio naturale è proprio correggere gli stili di vita errati. Inoltre, ricordate che un potente alleato per combattere questa problematica è il calore, per cui bisogna cercare di tenere ben caldi gli arti inferiori. L’olio essenziale di camomilla, con proprietà sedanti e rilassanti, è il prodotto ideale per iniziare a prendervi cura dei piedini. Con un massaggio di almeno 5 minuti favorirete la circolazione e attenuerete l’infiammazione. Unica raccomandazione: unite all’olio essenziale di camomilla (10 ml) un po’ di olio extravergine di oliva (5ml). Il trattamento va risciacquato con abbondante acqua tiepida e deve essere ripetuto ogni sera per almeno una settimana.

piedi olio
(shutterstock.com/Skydive Erick)

Bruciore ai piedi: rimedi naturali e consigli della nonna

Un altro valido rimedio per combattere il bruciore ai piedi prevede l’utilizzo dell’olio di cocco e dello zenzero. Utilizzate un cucchiaino di zenzero in polvere e due cucchiai di olio di cocco biologico. Mescolate il tutto fino ad avere un composto omogeneo, poi applicate sulla zona interessata con un leggero massaggio di almeno 5 minuti. Sciacquate con abbondante acqua tiepida e ripetete il trattamento ogni sera per almeno una settimana.

Anche l’acqua di amamelide, tonico naturale davvero prezioso, è un vero e proprio toccasana. Rilassa le gambe e allevia i problemi legati all’insufficienza venose. Non solo, questo rimedio è in grado di attenuare anche il gonfiore e il senso di pesantezza. Avrete bisogno di 3 cucchiai di fiori di amamelide e 500 ml di acqua. Lasciate bollire i fiori in acqua a fuoco lento per circa 5 minuti. Togliete dal fuoco e lasciate in infusione per 30 minuti, poi trasferite il tutto in una bacinella e concedetevi un pediluvio di almeno mezz’ora. Anche questo trattamento, affinché sia efficace, deve essere ripetuto per almeno una settimana. Ultimo alleato per contrastare il bruciore ai piedi è l’aceto di mele, con proprietà calmanti e antinfiammatorie. Mescolate 750 ml di acqua calda e 60 ml di aceto e mettete gli arti inferiori in ammollo per 30 minuti. Ripetete per almeno 15 giorni.