donna mani occhi
(Shutterstock.com)

Ci sono rimedi naturali contro il tremore palpebrale? Vediamo quali sono quelli più efficaci e rispolveriamo i vecchi consigli della nonna.

Problematica che può avere diverse cause scatenanti, il tremore palpebrale è parecchio fastidioso. Generalmente, si tratta di un disturbo transitorio, ma può durare da qualche giorno ad alcune settimane, se non mesi. Queste contrazioni muscolari involontarie, in gergo tecnico blefarospasmi, comportano l’aumento della frequenza dell’ammiccamento dell’occhio, con la tipica sensazione della pupilla che pulsa. Talvolta, si può avere la percezione di un corpo estraneo nell’occhio oppure un senso di visione offuscata.

Il tremore palpebrale si manifesta a causa di un input che arriva al sistema nervoso per la sovra-stimolazione neuronale dei muscoli che si occupano della chiusura degli occhi. Come già anticipato, questa problematica può avere diverse cause: lo stress, la secchezza oculare, il sovraccarico della vista e alcune patologie oculari (quali glaucoma, abrasioni della cornea, infiammazioni della congiuntiva e blefarite) oppure degenerative (come sclerosi multipla, morbo di Parkinson e di Alzheimer e paralisi di Bell) e uso frequente di farmaci. E’ bene sottolineare che, nella maggior parte dei casi, il tremore palpebrale non è da ricollegare a malattie importanti e si risolve in modo spontaneo nel giro di poco tempo.

donna occhio congiuntivite
(Shutterstock.com)

Tremore palpebrale: rimedi naturali efficaci

Fortunatamente, ci sono alcuni rimedi naturali efficaci per contrastare il tremore palpebrale. A prescindere della causa, è necessario mantenere sempre bene idratato l’occhio. Bevete tanta acqua e per un po’ evitate la caffeina e gli alcolici. Inoltre, fate almeno tre volte al giorno degli impacchi con garze sterili imbevute di infusi di erbe rilassanti, come la camomilla e il biancospino. Non dimenticate, poi, di fare piccoli massaggi circolari alle tempie.

Evitate di trascorrere molto tempo al pc oppure, se non vi è possibile perché parte integrante del vostro lavoro, ricordatevi di sbattere spesso gli occhi e utilizzate un paio di occhiali con lenti blu. Il riposo è un’altra arma vincente, ergo: trascorrete meno tempo inchiodati allo smartphone. E’ bene sottolineare che quando il tremore palpebrale è persistente è consigliato rivolgersi ad un oculista.