sessualità di coppia
sessualità di coppia (shutterstock.com)

Lyona, disegnatrice femminista catalana, si misura senza malizia e strizzatine d’occhio con gli stereotipi sessuali e traccia un percorso per superarli.

“Come godo. Guida avventurosa al piacere femminile”. Una guida a fumetti che vuole affrontare con il tocco delicato di un approccio naif un argomento serio. Quello degli stereotipi sulla sessualità femminile

Amazon.it: Lyon - Fumetti e manga: Libri
Vallardi.it

Al grido di: «Ma dove cazzo sta il mio piacere?!», la protagonista di questa storia parte alla ricerca del Piacere Perduto e invita le donne – ma non solo – a scoprire e sbugiardare i secolari stereotipi sulla sessualità femminile. Con un approccio ironico, mordace e femminista, l’artista catalana sbeffeggia i cliché sulla vita sessuale e relazionale delle donne, invitandoci a riscrivere i canoni del desiderio.

Immagine prodotto
Vallardi.it

Così, con irresistibile humor e tenerezza, non solo disegna la tanto dibattuta clitoride e ne svela i reconditi segreti, ma indaga anche le false regole dei primi appuntamenti e dei copioni sessuali mainstream.

Quello di Lyona è un invito a esplorare il corpo, il nostro e l’altrui, per imparare ad ascoltare e ascoltarsi con attenzione e rispetto, e per godere senza limiti né vergogna. 

Immagine prodotto
Vallardi.it

Marta Puig (Liona, Barcellona, ​​1979) è una regista e illustratrice. Ha studiato all’ESCAC (Escola de Cinema i Audiovisuals de Catalunya) e si è laureata nel 2001, specializzandosi in regia. Come suo progetto finale ha realizzato un cortometraggio in Stop Motion, “La bici roja”.

Da allora ha realizzato un centinaio di video musicali per gruppi come Love of Lesbian, Sidonie, Lori Meyers, Leiva, Carlos Sadness, Amaral, Pau Vallvé o The New Raemon… Nel mondo della pubblicità ha realizzato diversi spot utilizzando il Tecnica Stop Motion per clienti come Mans Unides, Unicef, Estrella Damm, Royal e Nestlé.

Come godo. Guida avventurosa al piacere femminile è la sua ventesima pubblicazione.

Tutte le info sul sito dell’editore Vallardi.