Teatro Margherita, Bari (Shutterstock.com)

Una tappa al giorno negli angoli nascosti della Puglia per scoprirla in modo sostenibile, rispettoso e positivo

“Positive Puglia” nasce con lo scopo di organizzare viaggi alla portata di tutti per scoprire la Puglia e comprende visite culturali, turismo lento ed esperienze umane autentiche. «La nostra idea di viaggio – si legge sul sito – è molto semplice: mostrarti la Puglia con l’entusiasmo e passione di una guida del posto, e farlo in modo sostenibile, rispettoso e positivo. Positivo per te stesso, positivo per l’ambiente e per la società. Ti accompagneremo negli angoli nascosti della Puglia, immutati e incantevoli, scopriremo le piccole realtà locali, per entrare in contatto con quel che ancora è intatto, per “abitare la tradizione”». Per gli spostamenti l’agenzia turistica si affida solo a mezzi eco-friendly, come il trasporto pubblico, le mini auto elettriche o le camminate a piedi. A mano a mano scopriremo tutte le tappe di questo viaggio della durata di 6 giorni.

Quinto giorno

Il quinto giorno si lascia la città bianca per spostarsi a Matera, nella vicina Basilicata. Prima di raggiungere Matera si fa tappa a Bari. Si arriva alla stazione di Bari centrale in mattinata e dopo aver depositato i bagagli al sicuro ci si addentra nei vicoli del centro storico. Durante la visita guidata si scopriranno le due facce della città. Prima il Murattiano, elegante quartiere di epoca francese, con i suoi maestosi palazzi in stile Liberty. In seguito, si esplora la pittoresca Bari vecchia, l’anima autentica della città. Questa parte della città è ricca di antiche tradizioni, mercati di strada, vicoli stretti e architettura medievale. Durante la passeggiata si scopre l’austerità ed eleganza del Romanico Pugliese, visitando la Basilica di San Nicola.

Durante la visita del centro storico, si può ammirare anche il suggestivo castello svevo, e l’ormai famosa “via delle orecchiette”, dove le nonne del posto fanno pasta fresca per strada ogni giorno. Dopo la visita guidata e un po’ di tempo libero nel capoluogo pugliese ci si sposta nella vicina Basilicata, raggiungendo la città lucana di Matera nel tardo pomeriggio. In serata si fa il check-in nei nuovi alloggi e poi una passeggiata serale per i vicoli della città dei Sassi.

Bari

Il centro storico di Bari, un dedalo di vicoli, corti, palazzi storici e locali, è una città nella città, con circa 30 chiese e meravigliose architetture come la Basilica di San Nicola, la Basilica romanica di San Gregorio, la Cattedrale di San Sabino e il Castello Normanno-Svevo, voluto da Federico II. Sul lungomare più esteso d’Italia, Bari Vecchia è il cuore antico della città, tra il profumo del bucato, focacce appena sfornate e pasta fresca messa ad asciugare davanti agli usci, lungo Arco Basso e nella zona tra piazza Ferrarese, piazza San Pietro e il Monastero di Santa Scolastica. Da visitare sono anche piazza Mercantile, la Colonna infame e la Biblioteca di Santa Teresa dei Maschi.

Bari ha il lungomare più esteso d’Italia impreziosito da maestosi palazzi e la brezza marina soffia nel centro storico, custode di arte, sapori e colori. È una scoperta affascinante quella della città di Bari, e dei suoi due volti, l’elegante quartiere murattiano e l’ipnotica Bari vecchia, adagiata sull’Adriatico. Fa da porta alla città vecchia il grandioso Castello Svevo, coronato dai torrioni, un tempo maniero difensivo, poi residenza rinascimentale. Attraversando l’Arco del Pellegrino, si arriva nel cuore della Cittadella Nicolaiana, con la Basilica intitolata al Santo patrono, pregevole esempio di romanico pugliese, e la Cattedrale romanica di San Sabino, dalla cripta in stile barocco.

Sfilano nell’ottocentesca Bari murattiana, palazzi signorili come il Teatro Petruzzelli, il Teatro Piccinni e Palazzo Fizzarotti, mentre il sottosuolo custodisce tesori nascosti, chiese rupestri e ipogei scavati nella roccia, come il Tempio di San Giorgio, l’ipogeo di Madia Diana e l’ipogeo “ebraico”. Capoluogo della regione, Bari ha un ruolo fondamentale nelle relazioni con i paesi affacciati sul Mediterraneo, grazie alla funzione strategica del porto, dell’aeroporto e della Fiera del Levante. Da non perdere i festeggiamenti di San Nicola, santo patrono, a dicembre e a maggio, con il Corteo storico della Caravella.

Leggi anche:

Turismo sostenibile, arriva il tour itinerante di “Positive Puglia”
Arriva il tour itinerante di “Positive Puglia”: Monopoli e Polignano a Mare
Arriva il tour itinerante di “Positive Puglia”: Lecce e Ostuni
Arriva il tour itinerante di “Positive Puglia”: via Traiana
Arriva il tour itinerante di “Positive Puglia”: Valle d’Itria
Arriva il tour itinerante di “Positive Puglia”: Matera