Roma Tram 19
Roma. Tram 19 (Roberto Scarfone/Shutterstock.com)

Sedersi sui sedili di legno del Tram 19, lasciarsi cullare dal suo sferragliare, per un tour insolito alla scoperta dei quartieri più diversi della Capitale: da Centocelle a Prati.

Ci sono tanti modi per scoprire una città e ognuno ha il proprio. Chi cammina per ore e ore, chi utilizza gli autobus turistici, chi scende a ogni fermata della metro… Ecco, in una città grande come Roma c’è un altro modo – funzionale ma soprattutto suggestivo – che vale la pena sperimentare: un tour sul tram 19, da Roma Est a Prati, preferibilmente seduti su uno di quelli con i vecchi sedili di legno in fila uno dietro l’altro. 

Si parte da Piazzale dei Gerani, nel quartiere popolare di Centocelle, uno dei più popolosi della Capitale. Vale la pena fermarsi e passeggiare tra le suggestive vie dai nomi floreali e le sue casette basse per capire come il quartiere si stia modificando: sempre più giovani, sempre più coppie decidono di prendere casa qui e sempre più locali aprono. Non un caso infatti. Il tram 19 collega Centocelle – costeggiando il coloratissimo Pigneto – al quartiere di San Lorenzo che, con “La Sapienza”, accoglie una moltitudine di gioventù. 

Procede con il suo sferragliare lento e una volta superato il cimitero monumentale del Verano ecco che una Roma diversa si profila dinnanzi. Supera piano piano il lungo viale Regina Elena per addentrarsi nei quartieri alti: Nomentano-Trieste prima, Parioli poi. Viali alberati delimitati da platani e palazzi storici si faranno ammirare dal finestrino. Un pit stop a Piazza Buenos Aires (dai romani chiamata Piazza Quadrata) è d’obbligo. 

Qui il quartiere Coppedè (uno dei più affascinanti angoli Art decò e Liberty della Capitale) è sicuramente da non perdere. Si deve oltrepassare un arco con al centro un maestoso lampadario per addentrarsi nella zona. Piazza Mincio con la Fontana delle Rane appena restaurata trascina l’osservatore in un mondo affascinante, quasi fiabesco. 

Roma. Quartiere Coppedè, Piazza Mincio (Alessandro Romagnoli/Shutterstock.com)

Si riparte e si procede verso i Parioli: si costeggiano ambasciate, ville, alberghi di lusso e il parco di Villa Borghese. Un passaggio veloce nella zona di Valle Giulia, sede di tutte le accademie di cultura straniere, e via verso il quartiere Prati, oltrepassando il Tevere. Il capolinea è Piazza Risorgimento a due passi dalla Basilica di San Pietro e da via Cola di Rienzo, strada ricca di negozi di ogni genere e di bar e localini particolari. 

Insomma ce n’è per tutti i gusti! Basta comprare un biglietto e avere a disposizione un’ora e mezza di tempo.

Per info sull’itinerario: moovitapp.com/index/it/mezzi_pubblici-line-19-Roma_e_Lazio-61-1788057-26527393-0