Alexis Rockman
https://en.wikipedia.org/wiki/File:TheFarmbyAlexisRockman.jpg#/media/File:TheFarmbyAlexisRockman.jpg

L’artista che fonde scienza e fantasia e tramite i suoi paesaggi futuristici mostra l’eccesso dell’uomo sul pianeta

Alexis Rockman, classe 1962, è nato e vive a New York.

Molte delle sue opere sono state ispirate dai suoi viaggi in giro per il mondo, producendo numerosi dipinti della flora e della fauna che ha osservato.

Immagina il mondo nel futuro, un mondo che a causa delle nostre scelte e atteggiamenti sbagliati nei confronti della natura, muta e si trasforma.

La sua arte rappresenta il conflitto tra civiltà e natura e rappresentano, con una sorta di visione preveggente, se non apocalittica, lo stato ecologico del pianeta.

I suoi paesaggi sono visionari e surreali così come potrebbero apparire a causa degli impatti dei cambiamenti climatici e dell’ingegneria genetica. Fattorie malate e paesaggi urbani invasi da piante e animali trasformati geneticamente, città sommerse a causa dell’innalzamento del livello del mare; condizioni tossiche, canali inquinati, cumuli di spazzatura.

L’uomo è assente dai suoi quadri. E’ infatti un mondo post-umano, dove ci sono solo le vestigia e ricordi di un passato umano ormai perduto.

I colori sono nitidi e brillanti, i suoi quadri iper-realistici e tramite essi invita l’uomo ad intervenire prima che sia troppo tardi