Airlite è una pittura speciale che assorbe gli agenti inquinanti presenti nell’aria, purificando gli ambienti dalla CO2

Un progetto sviluppato per oltre 10 anni e che solo da poco ha visto un lancio ufficiale. Si tratta di Airlite, una pittura speciale in grado di assorbire gli agenti inquinanti purificando l’aria che respiriamo.

La vernice

Stiamo parlando di una vernice in polvere a cui, aggiungendo una soluzione liquida che contiene biossido di titanio e che è in grado di attivarsi a contatto con la luce, sia naturale sia artificiale, riesce a trasformare gli agenti inquinanti in molecole di sale. La soluzione è in grado di agire su vari agenti inquinanti, come gli ossidi di azoto (NOx) e di zolfo (SOx). Nello specifico si è stimato che un’applicazione di Airlite è in grado di ridurre del 50% l’NO2 presente nell’aria; il dato aumenta fino a raggiungere un 80% in laboratorio.

Altre caratteristiche

Test ufficiali suggeriscono che Airlite sia in grado di eliminare il 99,9% di batteri presenti presenti sulla superficie, compresi i cosiddetti superbatteri, grazie alla doppia azione dell’ossidazione superficiale e dall’elevata alcalinità della superficie, che combinate impediscono ai batteri di sopravvivere. Tutto questo rende possibile una elevata salubrità ambientale. Inoltre, la pittura impedisce che la sporcizia si attacchi su di essa, perché il composto decompone le sostanze oleose depositate sulla superficie, impedendo alle polveri e alla sabbia di aderire alla parete. Si viene a creare un vero e proprio film protettivo contro le impurità. Per ultimo, la vernice riesce a riflettere buona parte della radiazione solare infrarossa, impedendo l’eccessivo passaggio di calore; il che si traduce in minori consumi per il condizionamento, un abbassamento che oscilla tra il 15 e il 50%.