Aceto di mele
(Shutterstock.com/5 second Studio)

L’aceto di mele è un rimedio naturale antichissimo, ricco di proprietà. Quali sono gli usi e le controindicazioni?

Conosciuto fin dal 5000 a.C., l’aceto di mele vanta numerose proprietà utili per il benessere dell’organismo. Ricco di vitamine A, B1, B2, B6, C ed E, contiene anche calcio, fosforo, sodio, potassio, zolfo, magnesio, ferro, rame, silicio, aminoacidi, enzimi, acidi di frutta e pectina. Questo prezioso rimedio naturale è considerato un buon antiossidante, ottimo per combattere i radicali liberi, e svolge anche un’azione antitumorale. Inoltre, è un antinfiammatorio e un antiparassitario, in grado di eliminare batteri e infezioni.

L’aceto di mele, pertanto, può essere utilizzato per risolvere diverse problematiche. Se, ad esempio, state vivendo un periodo di forte stress, l’elisir ottenuto dalla macerazione del frutto caro a Biancaneve può aiutarvi a recuperare le energie. Le sue vitamine e i minerali rinforzano l’organismo e contribuiscono a ricostruire la flora intestinale. Non solo, aumenterete anche in modo naturale le difese immunitarie. Se, invece, avete bruciori di stomaco, potete sostituire i farmaci classici con un bicchiere d’acqua in cui avrete diluito un cucchiaino di aceto di mele. Avete catarro in eccesso? Fate dei suffumigi, questo rimedio vi aiuterà ad espellerlo. In caso di febbre, è consigliato per fare delle spugnature sulla nuca e sui polsi e come antinfiammatorio, massaggiandolo tiepido sulle parti doloranti.

Come se non bastasse, l’aceto di mele è efficace anche contro le punture di zanzare, per donare brillantezza ai capelli grassi, per sfiammare il viso dall’acne e per dimagrire. Inoltre, tiene a bada i sintomi delle allergie, riduce lo zucchero nel sangue in caso di diabete e la formazione di calcoli alla vescica e aiuta a stimolare la diuresi. Dulcis in fundo, se usato per fare risciacqui, protegge da alitosi, afte e mal di gola.

Aceto di mele
(Shutterstock.com/barmalini)

Aceto di mele: controindicazioni

Pur essendo un prezioso rimedio naturale, l’aceto di mele presenta alcune controindicazioni da tenere bene a mente. Innanzitutto va utilizzato nelle giuste dosi perché, in caso contrario, potrebbe causare effetti collaterali come: nausea, problemi a livello dermatologico, difficoltà respiratorie e danni allo smalto dei denti.

Un’altra accortezza riguarda il prodotto da acquistare: possibilmente sceglietene uno biologico. Assicuratevi che non siano stati usati pesticidi e se vedete che ci sono residui galleggianti o l’aspetto è torbido, non compratelo. Se, invece, i depositi sono sul fondo potete stare tranquilli: si tratta di batteri acetici e, considerando che non è filtrato e pastorizzato, possono sedimentare sul fondo.