dalla home page del progetto

In mezzo agli altri

Oggi volevo scrivere della solitudine, e cosa accade? Accade che la sincronicità, tema a me molto caro, come sa chi mi segue qui: “Quanto coraggio ci vuole per avere paura?”

mi ha immediatamente dato un sostegno e offerto l’occasione per farvi conoscere una gran bella cosa nel mare sterminato dell’immondezzaio che può essere la rete. “Una cosa al giorno” che guarda caso, oggi proponeva proprio un bel progetto sul tema della solitudine e quindi eccolo qua: “The loneliness project” a me piace molto…anche se è in inglese ( e non sto tediarvi sulla questione inglese di cui ho già scritto) ma vi dico solo che potete attivare la traduzione simultanea, oppure esercitarvi con l’inglese, a seconda delle vostre preferenze.

Buona lettura!! Estate al fresco, se potete, che così questa torrida estate diventa più sostenibile.

PS Iscrivetevi alla newsletter di “Una cosa al giorno”, ma non smettete di seguirmi se è più interessante di quello che scrivo io… in fondo l’avete scoperta grazie a questa rubrica:)

PPS Ho messo la foto di un condominio, che è nella homepage del progetto “The loneliness” perché è solo in mezzo agli altri che davvero ci si sente soli…ma non “devo” spiegarvi proprio tutto tutto, altrimenti vi annoiate…o di sicuro mi annoio io a farlo…Non che la noia sia una cosa negativa di per se, anzi… rimanete con me e ne parlerò di sicuro in una prossima occasione…

G.

_

Ti è piaciuto questo articolo? Se avete domande o temi da proporre scrivete a redazione@secondamanoitalia.it