Volvo ha deciso un importante aspetto per il trasporto delle proprie auto o componenti (Shutterstock.com)

Il colosso Automotive svedese utilizzerà carburanti rinnovabili per il trasporto marittimo.

Le navi non sono da meno in termini di responsabilità per l’inquinamento globale.

Non dobbiamo infatti pensare che solo le auto, oppure treni o aerei, sono responsabili dell’inquinamento che attanaglia il nostro bel pianeta.

I viaggi in mare delle petroliere, ma anche delle navi che trasportano merci, sono infatti decisamente responsabili dell’inquinamento su scala globale.

Ogni anno decine e decine di container, vengono spostati in tutto il mondo grazie alle navi che inquinano.

Notizia di questi giorni è che Volvo ha deciso di utilizzare navi che trasportano i propri prodotti con carburanti da fonti rinnovabili, anziché il classico tradizionale carburante fossile.

Con questa decisione Volvo permetterà di ridurre le emissioni di CO2 di circa 55.000 tonnellate all’anno.

Il carburante rinnovabile è un aspetto decisamente importante per la mobilità sostenibile e permette di ridurre in modo devastante la produzione di CO2.

Chiaramente non stiamo parlando di una soluzione definitiva per eliminare tutte le emissioni di CO2, ma sicuramente è il primo passo per una maggiore responsabilità da parte di tutte le aziende nel trasporto marittimo.

Complimenti quindi per Volvo, la quale mira a diventare un’azienda neutrale sotto un aspetto climatico entro il 2040.