Siemens e Volkswagen insieme per le colonnine di ricarica (Shutterstock.com)

I due colossi industriali si sono uniti per realizzare una rete di ricarica capillare.

Volkswagen è uno dei più importanti gruppi Automotive internazionali ed è da sempre attivo nel mondo delle auto elettriche. Possiamo dire che sia una vera e propria azienda ariete, che sta cercando di rivoluzionare nel profondo il mondo della mobilità.

Abbiamo Siemens, ovvero un’azienda leader nel mondo dell’Elettronica da decine di anni.

È notizia di qualche ora fa una collaborazione tra il colosso Automotive e l’azienda di elettronica.

Entrambe le aziende andranno a investire 450 milioni di dollari all’interno di una società specializzata nello sviluppo delle colonnine di ricarica elettrica. Tecnicamente Siemens acquista una quota di minoranza da parte di Volkswagen e diventa quindi azionista di questa società.

D’altra parte però, l’azienda potrà mettere in campo tutte le sue esperienze in termini di ricariche elettriche. L’obiettivo di questa azienda è quella di porre sul campo ben 10.000 punti di ricarica rapidi in 1800 località entro il 2026.

L’investimento di Siemens evidenzia come l’impegno per le collaborazioni future sia quanto mai fondamentale all’interno del mondo della mobilità.

Per il gruppo Volkswagen questo rientra all’interno della strategia legata alla mobilità sostenibile che ha l’obiettivo di creare entro il 2025 ben 45.000 luoghi di ricarica ad alta potenza in Europa Stati, Uniti e Cina. All’interno del nostro bel paese, il gruppo tedesco Volkswagen sta lavorando a stretto contatto con Enel X al fine di creare una rete capillare quanto più diffusa di colonnine di ricarica veloce.

Staremo a vedere negli ultimi mesi di quest’anno e nel 2023, come si andrà a delineare tale collaborazione con l’azienda controllata da parte di Enel.