In arrivo per il mercato giapponese, una microcar elettrica da Toyota. (https://global.toyota/en/newsroom/)

La casa automobilistica giapponese Toyota ha deciso di lanciare per il solo mercato interno, una microcar a due posti totalmente elettrica.

Il Giappone lo sanno tutti, è un paese bellissimo ma afflitto da problematiche circa la carenza di parcheggi, nel campo automotive, i quali sono visti spesso e volentieri come dei miraggi da parte dei singoli cittadini. 

Per questo motivo il Car Sharing è un aspetto molto diffuso in Giappone e su tale aspetto Toyota ha voluto approfondire maggiormente la propria presenza. Ha realizzato infatti una vettura lunga appena 2,50 metri, larga 1,29m e alta 1,55m, capace di andare a effettuare un cambio di direzione con un raggio di sterzata di neanche 4 metri. Stiamo parlando infatti di una microcar, il cui peso è di appena 690 kg ma adottata comunque di una ricca dotazione di sicurezza come ad esempio il riconoscimento dei pedoni, i sensori di parcheggio con frenata automatica in manovra e il Pre Collision Safety System. 

L’autonomia non è niente male, perché permette di avere a disposizione circa 150 km con una velocità massima di 60 km orari. L’obiettivo di Toyota è di andare a posizionare questa vettura, il cui costo al pubblico sarebbe di circa €13000, in diverse società di car sharing.

Verrà utilizzata, tale modalità, sopratutto in località turistiche e culturali, per permettere anche ai turisti di poter girare tranquillamente senza doversi preoccupare di alcunché. Al momento Toyota ha voluto rendere noto che sono state già siglate circa 200 collaborazioni tra aziende ed enti governativi che inseriranno la C+ Pod,  ovvero il nome della vettura, all’interno del proprio parco auto.

La vettura si presenta esternamente molto minimal, ma tutto sommato carina e al passo con i tempi in termini di design. Chiaramente questo non è un esercizio stilistico, ma è un ottimo esercizio di mobilità sostenibile e di car sharing il tutto senza emissioni inquinanti.