Gli autobus elettrici Mercedes avranno più autonomia (Paceman / Shutterstock.com)

Grazie una collaborazione tra le due case Automotive, gli autobus Mercedes elettrici avranno una capacità decisamente maggiore.

La mobilità sostenibile si espande rapidament, anche nel mondo degli autobus e nel mondo degli autobus elettrici. Mercedes ha già realizzato il veicolo eCitaro, caratterizzato ora però da una sorta di “range extender fuel cell”.

In questo modo, è possibile arrivare a un autonomia di 400 km per l’autobus singolo e fino a 350 per la versione snodata.

In questo modo la stragrande maggioranza degli autobus urbani non avranno bisogno di effettuare una ricarica all’interno della medesima giornata di lavoro. Per permettere questo aumento di autonomia, è stata contattata Toyota che ha investito molto nella tecnologia Fuel cell.

Grazie a un particolare modulo Toyota, si riesce infatti ad avere 60 kw di potenza aggiuntiva, grazie a un dispositivo facilmente integrabile sul tetto dell’autobus. Questa collaborazione rientra all’interno della strategia Toyota, che punta a promuovere l’applicazione dell’idrogeno non solo sulle auto, ma anche sui camion pesanti, oltre che alle barche e agli autobus.

La casa tedesca, d’altra parte, punta rapidamente alla diffusione degli autobus elettrici e per questo riesce anche a realizzare una completa infrastruttura di ricarica.

Questo nuovo veicolo, sarà disponibile dall’anno prossimo.

Vediamo quindi come il mercato della mobilità urbana pubblica stia cambiando e si stia adeguato attivamente al mondo della mobilità sostenibile. Diverse città si stanno convertendo alla mobilità completa elettrica, con obiettivi importanti a partire dalle 2030. Maggiore la città è grande in termini di dimensioni, e maggiori sono gli sforzi che devono ovviamente essere compiuti.

Il nostro bel paese sta ovviamente guardando località molto più virtuose dell’Italia, e ben presto vedremo cambiare rapidamente le città anche all’interno dei nostri confini.