Dovremmo aspettare ancora un pò per vedere la versione definitiva del Cybertruck (Mike Mareen / Shutterstock.com)

Il pick-up casa californiana ha visto uno slittamento della fase di produzione al primo trimestre del nuovo anno.

Ecco una novità importante che molti aspettavano, ovvero il debutto su strada del pick-up Tesla. La casa californiana 100% elettrica, da sempre simbolo della mobilità sostenibile, ha deciso di spostare la data del debutto su strada del suo primo pick-up.

Il lancio era stato oggetto di culto per gli appassionati del mondo Tesla e per tutti coloro che sono interessati al mondo dell’elettrico. Moltissimo infatti è stato realizzato all’interno del mondo Automotive per le quattro ruote ma ancora poco è stato fatto nel mondo dei pick-up.

Queste tipologie di veicoli sono molto famose e utilizzate negli Stati Uniti d’America e poco nelle altre aree del mondo. Con la presentazione di Cybertruck Tesla aveva voluto creare qualcosa di più creando anche uno scontro con Ford per la maggior potenza del suo mezzo rispetto al mitico F150.

A causa di cambiamenti al progetto iniziale, ecco come si debba spostare la data del debutto dell’anno prossimo. In verità da quanto si apprende da Reuters il primo trimestre del nuovo anno è la data indicata.

Inizialmente il mezzo era stato pensato con quattro motori e ruote indipendenti per una maggior capacità di muoversi in diagonale. Visto l’aumento dei concorrenti su tale ambito Tesla ha quindi deciso di rimodulare completamente le caratteristiche tecniche del mezzo in modo da avere sempre un vantaggio competitivo rispetto ai concorrenti.

Chiaramente non sappiamo bene ancora quali siano le caratteristiche tecniche in quanto l’azienda californiana sta cercando di mantenere il più alto riserbo in questi momenti. Non mancheranno però indiscrezioni per quel che riguarda il prossimo mezzo non appena i concorrenti avranno già delineato le proprie strategie.

Il mondo automotive quindi si muove molto rapidamente anche nel comparto dei pick-up che fino ad ora era abbastanza lasciato in secondo piano o quantomeno non molto commercializzato sul piano comunicativo.