Rally Cup Suzuki
(©Ufficio Stampa Suzuki Italia)

Due giornate, sabato 12 e domenica 13, sulle strade bianche attorno a Cingoli

È la settimana di chiusura per la quindicesima edizione della Suzuki Rally Cup, che vivrà il suo ottavo ed ultimo round sugli sterrati del 15° Rally delle Marche. Nelle giornate di oggi, sabato 12, e domenica 13 novembre si svolgerà la gara organizzata da PRS Group, valida sia per il Campionato Italiano Rally Terra che per il Campionato Italiano Cross Country Rally e Side by Side.

Un doppio affiancamento che riporterà a correre fianco a fianco anche le due serie stradali promosse ed organizzate da Suzuki Italia, vista la concomitanza con l’ultimo atto del Suzuki Challenge. Dopo una stagione caratterizzata dai tornanti in asfalto, le Suzuki Swift del trofeo giapponese si confronteranno ora anche con la polvere e le insidiose prove speciali attorno a Cingoli, località in provincia di Macerata che ospiterà l’evento.

Saranno due giornate di azione, la prima preparativa con il solo shakedown in programma dalle ore 12.30, seguita da una domenica molto intensa, sviluppata su tre giri per tre diversi tratti cronometrati. Il percorso si articolerà in 9 prove speciali per 54 chilometri cronometrati, dalla “Dei Laghi” (8,52 km – PS1 ore 7:12, PS4 10:37, PS7 14:02), alla “Cupramontana” (6,04 km – PS2 ore 7:54, PS5 11:19, PS8 14:44), per finire con la più breve prova speciale “Colognola” (4,40 km – PS3 ore 8:16, PS6 11:41, PS9 15:06).
L’arrivo finale è previsto dalle ore 16:00 in Piazza Vittorio Emanuele II, sempre a Cignoli.

Il Rally delle Marche offrirà un punteggio maggiorato a coefficiente 1,2 per i concorrenti della Suzuki Rally Cup. Assente il mattatore della stagione Matteo Giordano, già vincitore del trofeo al Rally 1000 Miglia, l’attenzione sarà rivolta soprattutto alla piazza d’onore e allo scontro di vertice per la categoria Racing Start. Tra i piloti più attesi sulle Swift nelle varie versioni c’è l’ossolano Igor Iani, con Nicola Puliani al volante delle Sport Hybrid, vincitore della precedente sfida andata in scena a Verona nel Rally Due Valli. Il talento cresciuto con Suzuki ha un leggero vantaggio rispetto all’esperto trentino Roberto Pellé, stavolta in coppia con Luca Franceschini su altra ibrida, ancora a caccia della prima vittoria stagionale.

Molto quotato per le posizioni di vertice anche l’altro Under 25 Gianandrea Gherardi, sesto nella classifica di Coppa, navigato da Franco Nannetti a completare il trio delle Swift Sport Hybrid. Sfida nella sfida quella tra le swift nella precedente versione 1.6, con il pilota di Predazzo Marco Longo e Roberto Rivia che dovranno vedersela con l’esperto siciliano Segio Denaro navigato da Enzo Colombaro. Quindi il duello finale per la Racing Start, con il driver di Barga Stefano Martinelli, insieme a Fabio Menchini, che dovrà difendere il vantaggio di appena 3 punti in classifica sul trevigiano Cristian Mantoet con Roberto Simioni sull’altra Swift Boosterjet 1.0.