Grecia Suzuki Bordonaro
L'equipaggio Bordonaro/Toffoli su Suzuki Grand Vitara (Ufficio Stampa Suzuki Italia)

Bordonaro ha colto il pieno di punti nel Challenge con la Grand Vitara in cui Cantarello ha chiuso terzo e preso la testa del Trofeo della casa giapponese in una gara intensa, lunga e selettiva

Affidabilità e competitività sui lunghi percorsi è stato lo slogan virtuale per la Grand Vitara del Suzuki Challenge impegnate al Rally Greece Off Road, la gara del Campionato Italiano Cross Country Rally & SSV che si è disputata oltre confine sui faticosi percorsi della terra Attica.

Nessun timore reverenziale per le Grand Vitara, soprattutto per le versioni di “serie” del gruppo T2, che si sono rivelate resistenti e competitive in tutte e tre le difficili tappe della gara greca.

Per il Suzuki Challenge, ha svettato il siciliano Alfio Bordonaro, navigato per l’occasione dall’esperto Mauro Toffoli. L’equipaggio non ha mai messo in discussione la propria leadership per l’intera gara, dominando anche il gruppo T2. Doppia affermazione dunque, per il tenace pilota siciliano e l’esperto co equipier, sempre perfettamente coadiuvati dalla Suzuki Grand Vitara.

Anche la seconda piazza ha visto protagonisti i colori della Sicilia, con il messinese Chinti Marino Gambazza, affiancato da Santo Triolo, equipaggio della provincia di Messina, che ha colto i primi punti tricolori che lo proiettano al 4° posto in classifica. Attardato e poi tornato in gara Mauro Cantarello con Francesco Facile, dopo la rottura di un particolare della sospensione, ha chiuso al 3° posto, cogliendo punti preziosi che lo vedono ora al comando del Suzuki Challenge.

Sfortuna invece per Alessandro e Marco Trivini Bellini, i cugini mantovani che hanno dovuto alzare bandiera bianca per il surriscaldamento del propulsore già nelle fasi iniziali.

Classifica Suzuki Challenge: 1 Bordonaro – Toffoli in 8:44’25”9; 2 Marino Gambazza – Triolo +12’24”4; 3 Cantarello +25’12”5.