È stato appena aperto un importante impianto di riciclo di batterie elettriche (Shutterstock.com)

Un’importante area della mobilità sostenibile è il recupero delle batterie elettriche. In queste ore, è stato inaugurato l’impianto più grande delle batterie con sede nella Norvegia meridionale.

Tutti noi siamo molto attenti alla mobilità sostenibile e alla sua diffusione. Una vettura elettrica si muove chiaramente per spinta di un motore elettrico e una funzione chiave è insita ovviamente nelle batterie. Con lo sviluppo della mobilità sostenibile, è necessario inoltre un crescente utilizzo delle batterie, diverse a seconda del segmento.

Se parliamo di una piccola citycar, ovviamente il concetto è relativo a piccole dimensioni, mentre se parliamo di un Suv ultra prestazionale, ovviamente abbiamo batterie molto più importanti.

In considerazione di un impatto Zero dell’intero sistema della mobilità sostenibile, ovviamente l’intento è quello di recuperare le batterie elettriche che altrimenti potrebbero inquinare l’ambiente una volta demolita l’auto.

Finalmente è entrato in funzione il più grande impianto in Europa per il riciclo delle batterie elettriche e ha la sede in Norvegia meridionale. Come dicevamo, stiamo parlando dell’impianto più grande in Europa, con circa 12000 tonnellate di pacchi batterie che possono essere lavorati ogni anno, ovvero circa 25.000.

Grazie alla tecnologia in essere, è possibile recuperare fino al 95% dei materiali, come ad esempio il rame oppure l’alluminio e anche la plastica. Molti materiali che potrebbero ritenersi non idonei a essere smaltiti correttamente, come il nichel oppure il cobalto e litio, verranno recuperati.

Numeri interessanti quindi per una delle più grandi realtà mondiali in tale ambito.

Gli obiettivi sono davvero importanti: si parla di circa 500 mila batterie riciclate nel 2030.

Queste operazioni hanno l’obiettivo di ridurre la dipendenza stretta dall’estrazione mineraria, come fonte principale per le materie prime delle batterie. Questo impianto sarà decisamente importante, non solo per l’Europa, ma anche per tutto il mondo e andrà a modificare gli equilibri di dipendenza e di catena del valore delle aziende. Questo nuovo impianto è stato realizzato da un’azienda in stretto rapporto e con contratti attivi di fornitura per realtà quali BMW, Scania, Volvo e Volkswagen.