Una rivoluzione industriale, e non, nel brand Renault (BONDART PHOTOGRAPHY / Shutterstock.com)

La casa automobilistica francese ha deciso di dare largo sfogo alla creatività e assegnare una business unit appositamente per il piano di rilancio industriale del brand.

Come tutti noi sappiamo, Renault sta avendo una seconda giovinezza.  Sarà anche merito dell’avvicendamento e del cambio al vertice del nuovo amministratore delegato, ma Renault sta veramente cambiando passo.

Per rilanciare il Brand in un ambito internazionale, è stata creata una nuova business unit appositamente per tale scopo. Tale unità ha deciso di puntare enormemente sulla mobilità sostenibile ed ha da poco realizzato un prototipo che è molto più di un semplice prototipo.

Il risultato è una microcar realizzata con materiali riciclati e riciclabili al 95%.  Se ci fermiamo un attimo è veramente eccezionale questo risultato in quanto permette di avere una gestione ottimale della vettura non solo su strada. Quando parliamo di mobilità sostenibile infatti pensiamo sempre e solamente all’inquinamento che può derivare dall’utilizzo della vettura. Non pensiamo molto spesso a tutti quei costi legati all’ambiente che invece inquinano e che vanno a inficiare sulla qualità dell’aria.

La divisione che ha l’obiettivo di rilanciare il brand Renault, sta lavorando come una vera e propria startup. Lo sviluppo interno si crea grazie a un forte avvicendamento di idee e la regola base è che la squadra è l’unica arma per vincere.  E non è un caso che il prototipo è nato dallo schermo di uno smartphone, ormai strumento indispensabile anche all’interno delle auto commesse.

Renault ha voluto declinare questo nuovo prototipo, partendo dall’osservazione reale della realtà e mappando tutte le esigenze che sono attualmente sul mercato. La mobilità condivisa, ovvero il carsharing è stato attentamente analizzato al fine di poter sfruttare al meglio la realtà e poter progettare al meglio il futuro del prototipo e anche di Renault.

A quando il debutto del prototipo? Nulla trapela in termini di date.