Rally du Maroc 2021
(©Antonin Vincent / DPPI)

Sei le prove speciali in programma per questa edizione della competizione motoristica

“Il rally del Marocco è ideale per iniziare in questa specialità motoristica perché risponde alle esigenze di professionisti ma anche di gentlemen drivers” assicura David Castera, direttore e organizzatore del Rallye du Maroc (oltre che di Dakar e Andalucia Rally). Il Marocco è sempre stato terra di rally raid, sin dal lontano 1982 con la Parigi-Agadir, primo evento di questo genere a corrersi in territorio marocchino. L’anno successivo, l’evento cambia il nome in Atlas Rally diventando il punto di riferimento del calendario rallies-raids. Scomparso alla fine degli anni ’90, dopo essere passato dalla società Larivièret all’ASO, rinasce nel 2000 come Rallye du Maroc, sotto la guida di Cyril Neveu e Jean Christophe Pelletier tornando ad essere il principale appuntamento motoristico in terra marocchina.

Nel 2007, NPO, società organizzatrice, viene venduta a Emma e Stéphane Clair: il rally diventa, da quel momento, manche del Campionato del Mondo FIM e della Coppa del Mondo FIA. Dopo 10 anni a capo dell’evento, NPO rivende a sua volta il Rallye du Maroc alla società ODC, guidata da David Castera che, nomina da direttore della Dakar in tasca (marzo 2019), fa sì che il rally del Marocco stringa forti sinergie con la gara più famosa al mondo, diventandone una sorta di pre-test.

Sei le prove speciali in programma per questa edizione: Agadir-Agadir, Agadir-Tan Tan, Tan Tan-Laayoune, Laayoune-Laayoune, Laayoune-Tan Tan e Tan Tan-Agadir. Del Rallye du Maroc 2022, che si svolgerà dal 1 al 6 ottobre, David Castera ha rivelato i dettagli dell’itinerario: circa 2.300 km intorno ad Agadir per una 22^ edizione che porterà i concorrenti lungo la costa atlantica. Una full immersion a trazione integrale nel grande sud del regno sino a Laâyoune, attraverso Tan-Tan.

A vincere l’edizione 2021 sono stati Nasser Al-Attiyah e Matthieu Baumel (Toyota Hilux) fra le auto, Pablo Quintanilla (Honda CRF 450 Rally) in categoria moto e Gerrit Zuurmond (MAN TGA) fra i camion. Chi scenderà in pista per sfidarli fra oceano, dune e deserto?

www.rallyemaroc.com