Dakar 2022 Al Attiyah
(© web Dakar.com)

Secondo piazzamento per Sébastien Loeb e terzo per Yazeed Al Rajhi; buono il debutto delle Audi

“Per noi è stata una Dakar incredibile. La nostra ultima vittoria risale al 2019. C’erano tre squadre forti in lizza per la vittoria. Matthieu, io e tutto il team abbiamo fatto un ottimo lavoro così come Toyota Gazoo Racing che nell’arco di un anno ha costruito questa nuova vettura. Non abbiamo avuto nessun problema durante l’intera gara, siamo stati prudenti nella guida e ora sappiamo di avere un’ottima macchina con cui faremo del nostro meglio anche per il mondiale. Sin dal primo giorno abbiamo creato un gap che abbiamo poi gestito sapientemente. Siamo davvero entusiasti e tra una settimana o dieci giorni penseremo già alla prossima Dakar. Vorrei ringraziare anche il governo dell’Arabia Saudita per averci dato l’opportunità di scoprire paesaggi così belli” – commenta Nasser Al-Attiyah, vincitore del rally Dakar 2022.

Dopo 12 giorni e 8 mila chilometri di azione Nasser Al-Attiyah al volante della Toyota ha festeggiato la sua quarta Dakar dopo i successi del 2011, 2015 e 2019. Vincitore del prologo e di una tappa, il pilota del Qatar ha battuto il francese Sebastien Loeb (Prodrive) di 27’46” ed il saudita Yazeed Al-Rajhi (Toyota) di 1h1’13”. 

In testa dalle prime fasi, Al-Attiyah ha accumulato fino a 48 minuti di vantaggio per poi gestirlo negli ultimi giorni, anche grazie alla collaborazione del copilota, Mathieu Baumel, al terzo successo nel leggendario rally-raid.