Novità importanti tra Norvegia e Unione Europea (Shutterstock.com)

Lo Stato dove le vetture elettriche sono una consuetudine, ha stretto un accordo con l’Unione Europea per lo sviluppo delle batterie elettriche e le materie prime.

Il cambiamento climatico pone delle importanti fasi di accelerazione per la mobilità sostenibile. Per questo motivo l’Unione europea e la Norvegia hanno deciso di ampliare la loro collaborazione, già attiva, all’interno delle ricerche sulle materie prime e delle batterie.

Ad annunciare questo importante accordo è stato il ministro norvegese del Commercio dell’Industria con il vicepresidente delle relazioni inter-istituzionale della UE.

È da diverso tempo che l’Unione Europea sta cercando di essere indipendente nei confronti della Cina e dell’Asia in generale, per quel che riguarda le batterie e le materie prime.

Lo sviluppo delle catene di valore sostenibili, deve essere sviluppato anche all’interno del vecchio continente, ottenendo quindi una crescita verde di lungo periodo.

La Norvegia è uno dei paesi più virtuosi sull’ambito della mobilità sostenibile e ha da poco attivato una serie di collaborazioni nell’alleanza dell’accordo europeo sulle batterie.

Vi saranno nuove esplorazioni in termini commerciali tra i paesi dell’Unione Europea e la Norvegia al fine di sviluppare progetti legati alle batterie e alle materie prime.

Le due parti avranno un ambito di lavoro molto stretto per quel che riguarda le best practice, in termini di classificazione e mappatura delle risorse. Potrebbe essere, infatti, che è molto delle materie prime che servono per le batterie elettriche siano già nel territorio europeo ma non sono adeguatamente mappate e quindi non se ne conosce le potenzialità.

Vi sarà anche la definizione di un evento comune che permetterà quindi di fare uno status quo delle batterie elettriche e del ciclo di produzione di esse.