Galletti Maroni campioni italiani ccr 2021
(©MotorSand4x4)

L’equipaggio bolognese, portacolori di R Team, ha conquistato matematicamente il campionato con una gara di anticipo

Una leadership mai in discussione quella di Sergio Galletti, capace di vincere 5 delle 6 gare finora disputate, considerando i due round all’interno dell’Italian Baja.

Un assaggio lo si era già avuto nell’ultima gara 2020, il Tuscan Rewind, round di rientro per R Team nel campionato italiano, una cavalcata iniziata da lì e poi coronata al traguardo della due giorni Pordenonese.

Per quanto riguarda la gara, il duo Galletti-Maroni si è issato al primo posto fin dal prologo, senza mai mollarlo fino al traguardo. La macchina ha sempre risposto al meglio alle sollecitazioni di un percorso difficile, ad evidenziare l’ottimo lavoro svolto in collaborazione con la bolognese Only Off di Baiesi e Pigatto nella preparazione del potente Hilux Overdrive.

Galletti è stato il grande protagonista di questo campionato, e i risultati sono maturati anche grazie all’esperienza dei due navigatori che l’hanno affiancato durante il 2021: Daniele Fontana Sacchetti e Giulia Maroni, la quale è in lizza per la vittoria del titolo riservato ai copiloti. 

Riccardo Colombo e Massimiliano Catarsi, alla prima uscita sull’Hilux Overdrive appena arrivato in R Team, dopo aver completato un buon prologo, sulla speciale di venerdì hanno perso molto tempo per l’allentamento della cinghia dei servizi, che gli ha fatto finire anzitempo la speciale. Ripartiti all’attacco nella seconda giornata a coefficiente 3, hanno trovato il giusto feeling con il loro Overdrive portandolo fino al 2° posto assoluto, dietro solo al compagno di squadra e fresco campione italiano Galletti.

Un risultato maturato nonostante le difficoltà per essere partiti in fondo allo schieramento, difficoltà create dalla polvere che ha impedito a Colombo di riuscire a sorpassare gli equipaggi che partivano davanti. Un podio di giornata che segna la strada giusta per la prima uscita ufficiale dell’Hilux Overdrive.

Sfortuna invece per i greci Evangelos Bersis e Panagiotis Kalfas che erano alla loro prima gara “mondiale” e che per l’occasione si sono appoggiati all’assistenza R Team. Erano all’Italian Baja per acquisire esperienza a bordo del loro Hilux preparato dal greco Koutsoumbos, ma la rottura della frizione nella seconda speciale li ha costretti al ritiro. Felici dell’ambiente trovato in squadra, riprenderanno il via con i colori R Team nella prossima Baja Troia Turkey in programma a fine ottobre!

È stata una gara impegnativa, che ha messo a dura prova tutti gli equipaggi a causa della tanta polvere trovata nelle prove, che non ne voleva sapere di andare via, e che ha costretto gli equipaggi a guidare e a navigare in condizioni difficilissime, ma che di fatto non ha potuto fermare la cavalcata vincente di R Team e dei suoi piloti.

Il prossimo appuntamento sarà dal 28 al 31 ottobre alla Baja Troia Turkey, manche con 500 chilometri di Prove Speciali mozzafiato.