Monte Coralli motocross
(©Sonja Vietto Ramus)

La struttura diventerà anche Centro tecnico federale grazie a un accordo tra il Comune e la Federazione motociclistica italiana

L’Emilia-Romagna è sempre più Motor Valley: all’inizio del nuovo anno partiranno i lavori per il rinnovo completo della pista di motocross di Monte Coralli, a Faenza in provincia di Ravenna, che diventerà anche Centro tecnico nazionale. La Federazione Motociclistica Italiana ha scelto infatti di finanziare con i fondi PNRR del cluster “Sport e inclusione” un progetto del Comune di Faenza.

E c’è di più: a gestire per vent’anni il crossodromo sarà la società del motociclista di Forlimpopoli Andrea Dovizioso, campione del mondo della classe 125 nel 2004 e poi per 15 anni protagonista in MotoGP, già testimonial della Regione Emilia-Romagna sia per le iniziative di guida sicura dell’Osservatorio regionale per l’educazione e la sicurezza stradale che per le campagne in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

“Questa è sicuramente una bellissima notizia per Faenza e tutta l’Emilia-Romagna: aggiungiamo un altro importante tassello alla rete di circuiti e centri di formazione della Motor Valley, che sarà in grado di richiamare sportivi e appassionati delle due ruote grazie anche alla centralità della sua posizione – commenta l’assessore alla Mobilità e al Turismo Andrea CorsiniIl nuovo crossodromo è un progetto di qualità che è stato in grado di intercettare i fondi nazionali del PNRR e che sarà ancora più impreziosito dalla gestione ventennale di Andrea Dovizioso, uno dei grandi campioni dell’Emilia-Romagna che ha sempre dato la sua disponibilità alla Regione per importanti iniziative nel sociale”.   

Il progetto della nuova pista, che prenderà il nome di “04 Park – Monte Coralli”, prevede l’ampliamento delle strutture sportive e dei relativi servizi di ospitalità, oltre a una nuova pista con elevati standard di qualità per piloti di ogni livello: tutte caratteristiche che permetteranno la nascita di un futuro Centro tecnico federale FMI dedicato al fuoristrada, frutto di un protocollo d’intesa sottoscritto tra il Comune di Faenza e la Federazione. Il Centro ospiterà un ufficio, un’aula didattica e un ricovero moto che saranno utilizzati per la formazione di piloti e tecnici.