Maroc Challenge winter
(©Sonja Vietto Ramus)

La nuova edizione della competizione motoristica si svolgerà dal 2 al 10 dicembre

La Dakar degli anni ’70 per gli avventurosi di oggi. Ecco il Maroc Challenge, il raid organizzato da Rui Cabaco. Nei suoi 710.850 chilometri quadrati, il Marocco ospita una gran varietà di paesaggi e popoli, caratteristica che lo rende una continua sorpresa alla quale è difficile abituarsi. Attraversare il Marocco in macchina significa affrontare piste e paesaggi di un contrasto assoluto e meraviglioso: dalle vette dell’Atlas, dove non è affatto improbabile trovare neve percorrendo le dure piste di pietra, ai “wadi” e ruscelli che si formano dopo le abituali piogge torrenziali, sino ai fiumi di sabbia nei dintorni di Erfoud, e ovviamente Zagora, Merzouga, l’Erg Chebbi, il deserto, le dune.

Tutto questo in una settimana, nella quale ogni giorno sarà una nuova sfida. Questo challenge è una prova singolare con uno spirito proprio, che permette anche alle squadre senza esperienza di raggiungere una posizione di classifica migliore rispetto a piloti con più esperti. Attualmente è uno degli eventi amatoriali più internazionale, più mediatico, con più partecipanti e servizi molto simili a quelli di una prova professionale.

La Maroc è stata pioniera nell’uso di tecnologie attuali, di comunicazione, social network, tracking in tempo reale (via satellite) di tutti i partecipanti e con sistema di classificazione 3G che permette una lettura online quasi in tempo reale di tutte le squadre (un sistema unico disegnato in esclusiva).

L’itinerario di questa Winter Edition? Raggiunta Midelt dalla cittadina di Nador (dopo la traversata in ferry da Almeria), il raid toccherà le località di Erfoud, Zagora, Tendrara e Saidia con alcune tappe ad anello. Si può partecipare con un fuoristrada, un SUV o un’autovettura: non c’è che l’imbarazzo della scelta.

www.marocchallenge.com